Santa Cruz vuole la garanzia del riscatto: “Non mi muovo dall’Inghilterra per sei mesi”

Dopo le recenti dichiarazioni del padre, che aveva parlato di una trattativa ben avviata tra Lazio e Manchester City per il trasferimento di Roque Santa Cruz in maglia biancoceleste fino al termine della stagione in prestito con diritto di riscatto, sono arrivate anche quelle dello stesso attaccante che dal suo Paraguay, dove sta trascorrendo le vacanze natalizie, ha voluto fare il punto sulla situazione intervenendo a “Radio 780” un nota frequenza sudamericana. Le parole dell’attaccante paraguayano hanno però contraddetto fortemente quelle del padre, e dei numerosi media che avevano dato ormai imminente, se non in alcuni casi certa, la conclusione positiva dell’accordo. “Per quanto ne so io non sono un giocatore della Lazio”, sono state queste infatti le parole del giocatore del Manchester City che ha poi argomentato dicendo che “le notizie circolate in questi giorni sono false e nn ho intenzione di spostare la famiglia dall’Inghilterra per sei mesi”.

Una presa di posizione forte, che apparentemente rischia di ridimensionare completamente i margini di realizzazione della trattativa. In realtà il gradimento del calciatore per la piazza capitolina è scontata, si tratta solamente di un tentativo di ottenere maggiori garanzie sulla certezza di riscatto nella prossima stagione da parte della società di Lotito. “Siamo molto contenti in Inghilterra e, per quanto Roma sia una città bella e più calda di Manchester, non abbiamo bisogno di muoverci – ha quindi sottolineato l’attaccante paraguayano -. Questa non è una priorità, adesso l’importante è tornare a giocare a calcio, cosa che non faccio da un pò e che mi manca». «Il City sta facendo la sua parte, adesso si tratta di trovare delle altre soluzioni – ha concluso Santa Cruz -. Purtroppo alcuni club pensano che non gioco perchè alle prese con dei problemi al ginocchio”.

[Marco Ercole – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]