Serie A, Bergonzi: “Cosa succede se si ammala un arbitro?”

133

Le parole dell’ex direttore di gara nel corso di un’intervista rilasciata alla trasmissione “Maracanà” di Tuttomercatoweb.

MILANO – L’ex arbitro Mauro Bergonzi ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Tuttomercatoweb. Queste le sue parole: “Tutti si aspettavano risposte diverse da parte del Governo per far sì che potesse ricominciare a maggio con gli allenamento. Ha messo dei paletti e questo non fa ben sperare sul nuovo inizio del campionato. Poi si vede che in Olanda si fermano, così come in Francia e Belgio, in Spagna ci stanno pensando. Bisogna pensare che la salute e la sicurezza sono importanti. Nessuno può garantire la serenità dei giocatori per andare in campo. In questo momento non abbiamo certezze. Una volta che ci saranno, si potrà tornare a giocare. Ad oggi non vedo come si possa ricominciare. Gli arbitri hanno meno possibilità dei giocatori. Se uno si ammala? Che si fa? Ci sono tante situazioni complicate da vedere. Fuorigioco del futuro? Ho sentito più volte di modifiche per favorire il gioco offensivo. Io lo lascerei così,con il VAR che incide sul non avere errori. In questo momento il fuorigioco è l’ultimo dei problemi del calcio”.

Articoli correlati