Serie A – Chievo e Parma nei guai, la FIGC chiede sanzioni pesanti

413

Serie A - Chievo e Parma nei guai, la FIGC chiede sanzioni pesanti

Presenza nella massima serie in forte rischio per il club veneto e quello emiliano con la FIGC disposta ad avanzare richieste afflittive. 

VERONA – Ore d’ansia per Chievo e Parma, la cui permanenza in Serie A è a forte rischio. Secondo quanto riportato da ANSA,  la Procura della FIGC avanzerà al tribunale federale nazionale richieste “afflittive” pesanti, in termini di penalizzazione, sulla stagione appena conclusa. Per quanto concerne il Chievo, la società veneta è accusata di plusvalenze fittizie: la squadra clivense, infatti, avrebbe scambiato, col Cesena, 30 calciatori generando plusvalenze fittizie per più di 25 milioni di euro, stando all’accusa della Procura federale.

La compagine emiliana, invece, è a giudizio per tentato illecito sportivo dopo alcuni messaggi con i giocatori avversari prima della sfida contro lo Spezia, valida per l’ultima giornata del campionato di Serie B 2017-2018. Questo il messaggio dell’accusa, a riguardo: “Un tentato illecito sportivo posto in essere atti diretti ad alterare il regolare svolgimento e il risultato finale della gara suddetta, tentando di ottenere un minor impegno agonistico da parte dei calciatori dello Spezia Calcio, Filippo De Col e Claudio Terzi, per assicurare alla propria squadra il risultato favorevole dell’incontro, e, in particolare, inviando a tal fine a Filippo De Col, qualche giorno prima della gara, messaggi a mezzo dell’applicativo di messaggistica WhatsApp”. 

Domani andrà in scena il processo per entrambe le squadre e, se dovesse essere accolta la richiesta della Procura, le geografia della prossima Serie A potrebbe subire mutamenti importanti.

Articoli correlati