Serie A, la Roma prosegue la consegna dei presidi sanitari

96

L’AS Roma è tornata tra le strade della Capitale, proseguendo la consegna di generi alimentari e presidi sanitari a ospedali, parrocchie e case famiglia.

ROMA –  L’AS Roma è tornata tra le strade della Capitale, proseguendo la consegna di generi alimentari e presidi sanitari a ospedali, parrocchie e case famiglia. Dopo la distribuzione di prodotti di prima necessità agli abbonati giallorossi over-75 iniziata venerdì, il Club sta continuando a offrire il proprio supporto alle persone più fragili della Città in questa fase di emergenza.

Nella giornata di martedì la Società ha consegnato:

– 150 mascherine, 300 paia di guanti e 170 flaconi di disinfettante per le mani da 80ml alla Parrocchia di San Giovanni Maria Vienney;
– 150 mascherine, 300 paia di guanti, 200 bottiglie di olio e 12 chili di pasta La Molisana alla Parrocchia di Santa Maria del Redentore;
– 200 mascherine e 300 paia di guanti, oltre a pacchi di pasta, sale e zucchero alla Parrocchia di San Paolo della Croce;
– 200 mascherine, 600 paia di guanti e maglie dell’AS Roma per bambini alle case famiglia CasAmica Roma e Lodovico Pavoni;
– 2000 mascherine, 6000 guanti e 320 flaconi di disinfettante agli ospedali San Raffaele e Sant’Eugenio;

L’Ospedale San Raffaele, partner del Club, ha commentato così sui propri canali digitali: “Il calcio più bello delle volte si gioca fuori dagli stadi. Attraverso la sua Onlus Roma Cares l’AS Roma ha consegnato al San Raffaele, nelle persone di Carlo Trivelli e Massimo Fini, rispettivamente Presidente e Direttore Scientifico del Gruppo, mascherine, gel igienizzanti e guanti da destinare agli operatori sanitari delle strutture del San Raffaele in prima linea nella gestione dell’emergenza Covid-19. Un gesto dall’incommensurabile valore etico e morale a conferma che questo mondiale lo vinceremo, ma insieme. E allora piangeremo e ci abbracceremo ancora”.

Articoli correlati