Serie A – La situazione sul valzer delle panchine

202

Serie A 2018/2019Il punto della situazione sulle panchine della Serie A. Giampaolo tra Milan e Roma, Sarri verso la Juve.

ROMA – A poco meno di una settimana dal termine del campionato di Serie A, per le venti squadre del massimo campionato italiano è tempo di fare delle valutazioni. Se durante la scorsa estate, ad eccezione del Napoli, le panchine delle big sono rimaste ben salde nelle mani degli allenatori, quest’anno ci sarà una vera e propria rivoluzione. A cominciare dalla panchina più prestigiosa, quella della Juventus, che dopo cinque anni di successi non vedrà più Massimiliano Allegri come protagonista. Il suo successore sulla panchina bianconera sarà, dopo le secche smentite di Guardiola e Klopp, presumibilmente uno tra Sarri, Pochettino e Simone Inzaghi, col primo in netto vantaggio. L’ex allenatore del Napoli, infatti, nell’intervista post vittoria dell’Europa League ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, aprendo ad un passaggio alla Juventus: “I napoletani sanno l’amore che provo per loro e sanno che ho scelto l’estero per non andare in un’altra italiana un anno fa. Avranno sempre il mio rispetto, ma a volte la professione porta a fare altri percorsi”.

Giampaolo conteso da Milan e Roma, l’Inter si assicura Conte

Alle spalle della Juventus, sulla panchine di Napoli ed Atalanta rimarranno i rispettivi allenatori, mentre cambieranno quelli di Inter, Milan e Roma. I nerazzurri in mattinata hanno dato il benservito a Luciano Spalletti, che non ha di certo mal figurato in questo biennio, ma da cui ci si aspettava un rendimento maggiore, soprattutto nell’annata appena trascorsa. A prendere il suo posto, con ogni probabilità, ci sarà Antonio Conte. L’accordo è stato raggiunto e già nelle prossime ore potrebbe arrivare l’ufficialità. Prevale il caos, invece, sulle panchine di Milan e Roma. In casa Milan hanno dato le dimissioni sia Gattuso che Leonardo, mentre in quella giallorossa Ranieri darà l’addio come già preventivato. Per sostituirli, entrambi pensano allo stesso nome: Giampaolo, in uscita dalla Sampdoria, con cui ha fatto molto bene.

Articoli correlati