Serie B, il punto sulla corsa salvezza

388

Il punto di vista riguardo la lotta per non retrocedere in Lega Pro a 180 minuti dalla regoular season del campionato di Serie B.

Il campionato di Serie B 2015/2016 sta per chiudere i battenti, per quanto concerne la stagione regolare, ma ad infiammare le ultime due giornate, oltre alla lotta play-off, c’è la bagarre per non retrocedere. La lotta si è infiammata ancora di più quando martedi sono stati restituiti tre punti alla Virtus Lanciano che sembrava spacciata. Due giornate alla fine, sette squadre in lotta, andiamo ad analizzare meglio la situazione. Serie B, il punto sulla corsa salvezza

Partendo dalla zona più alta e più tranquilla c’è l‘Ascoli a 46 punti. La squadra marchigiana vede ormai la salvezza ad un passo e potrebbe permettersi di perdere anche le restanti due partite. Nella prossima giornata i bianconeri affronteranno il Livorno in casa mentre all’ultima giornata saranno di scena al “Picco” di La Spezia. Dopo l’Ascoli, c’è una situazione abbastanza complicata con cinque squadre in un punto. La prima di queste è la Pro Vercelli con 43 punti che, nel prossimo turno, affronterà fuori casa un Perugia senza motivazioni. Impegno agevole dunque per i piemontesi che nell’ultima giornata invece ospiteranno il Cagliari già in Serie A. A 42 punti invece ci sono nell’ordine: Lanciano, Modena, Salernitana e Latina. In questo momento il Latina sarebbe condannato alla Lega Pro mentre Modena e Salernitana si scontrerebbero ai play-out.  Per quanto riguarda il calendario, il Lanciano ospiterà la Ternana già salva nel prossimo turno mentre farà visita al Livorno all’ultima giornata. Il Modena ha sicuramente il calendario più difficile con il Pescara ed il Novara prossimi avversari nelle restanti giornate. La Salernitana, imbattuta da sei giornate, farà visita al Cagliari, il 20 maggio ospiterà il Como già retrocesso. L’ultima squadra con 42 punti, ossia il Latina, ospiterà il Vicenza già salvo e, all’ultima giornata andrà a Pescara. La situazione più complicata ce l’ha il Livorno che con 38 punti dovrà per forza vincere ad Ascoli ed in casa con il Lanciano e sperare in un passo falso di quelle davanti. Impresa ai limiti del possibile per i Toscani. Cosi come per la lotta play-off, ci aspettano 180 minuti di fuoco per assistere all’epilogo di questa lotta cosi accesa per non finire all’inferno.

Articoli correlati