Serie D, Pineto – Trastevere 3-1: cronaca, risultato e post partita

40
emiliano massimo
Emiliano Massimo – Foto Ferri

PINETO – Il Trastevere cade nello scontro diretto contro la capolista Pineto e viene raggiunto al secondo posto dalla Vigor Senigallia, scivolando a -4 dalla vetta. Cioci recupera Giordani, almeno per la panchina e Valentini dopo un lungo stop. Titolare De Costanzo, che bene aveva fatto nel turno precedente contro il Nuova Florida, debutto in corso d’opera per il neo acquisto Ciotoli.

Pronti via e gli amaranto passano: punizione di Massimo per Bertoldi che scatta in profondità e col destro beffa Mercorelli con un pallonetto dal lato corto dell’area di rigore. La rete subita in avvio sveglia subito i padroni di casa che ci provano prima con Traini, la cui conclusione al quarto d’ora chiama in causa Semprini e poi con Nonni, pericoloso direttamente sugli sviluppi di un corner. In chiusura di frazione è Domizi ad andare vicino al pareggio con una conclusione dalla distanza che non inquadra lo specchio mentre il Trastevere gestisce, difende e prova a ripartire in contropiede senza riuscire a creare grossi pericoli. L’avvio di ripresa è da brividi per la squadra di Cioci: passa un minuto e Della Quercia, servito da Maio, trova subito il pareggio. Palla al centro e i teramani raddoppiano: ancora Maio difende palla in area, vince un rimpallo e serve l’accorrente Nonni che scaraventa in rete da pochi passi. Il Trastevere accusa il colpo e capitola ancora un quarto d’ora dopo, stavolta con Njambè, che prima trova i guantoni di Semprini e poi batte l’estremo difensore amaranto. Il 3-1 taglia definitivamente le gambe alla squadra del rione, che non riesce più a creare pericoli e incassa così la terza sconfitta in campionato. Mercoledì, contro la Puteolana, l’occasione per il riscatto in Coppa Italia.

TABELLINO

PINETO-TRASTEVERE 3-1

PINETO: Mercorelli; Ceccacci, Di Filippo, Nonni; Della Quercia, Domizi (49′st Capaldo), Lo Sicco, Traini, Foglia (46′st Lucarini); Maio (29′st Emili), Njambe (49′st Milani). A disp: D’Egidio, Marchegiani, Consorte, Braghini, Pica. All. D. Amaolo.

TRASTEVERE: Semprini; Cervoni, Santovito, Berardi, Laurenzi (28′st Lo Porto); Briatico (5′st Santarelli) , Massimo (35′st Ciotoli), Crescenzo; Bertoldi (18′st Valentini), Alonzi, De Costanzo (5′st Tortolano). A disp: Alessandri, Giordani, Lo Porto, Berardi, Calderoni All. Cioci.

ARBITRO: Angelillo di Nola
ASSISTENTI: Cantatore di Molfetta – De Palma di Molfetta

Reti: 2’pt Bertoldi (T), 1’st Della Quercia (P), 3’st Nonni (P), 18’st Njambè (P)

NOTE – Ammoniti: Lo Sicco, Di Filippo, Della Quercia, Mercorelli, Nonni, De Costanzo, Massimo, Semprini, Laurenzi, Tortolano. Recupero: 1’pt, 5’st

FRANCO CIOCI

Il commento di mister Franco Cioci dopo la sconfitta contro il Pineto nella quattordicesima giornata del girone F di Serie D: “Dispiace molto perché abbiamo disputato un ottimo primo tempo e dopo il vantaggio abbiamo contenuto molto bene il Pineto, creando anche qualche occasione per raddoppiare, come nell’episodio del rigore che non ci è stato dato e che, dalla panchina, sembrava netto. L’inizio del secondo tempo, però, è totalmente negativo e dobbiamo fare mea culpa perché non è concepibile approcciare la ripresa in questa maniera e subire due gol nel giro di pochi minuti. Ci prendiamo i meriti quando ci sono ma anche le critiche quando sbagliamo e in questo caso lo abbiamo fatto. In ogni caso, la sconfitta non cancella quanto di buono fatto finora. Adesso pensiamo alla Puteolana perché è una partita importante e vogliamo fare bene per arrivare a giocarci un ottavo di finale per la prima volta nella storia del Trastevere. Dopo penseremo al Tolentino e all’Avezzano, due partite in casa importanti e che vogliamo vincere”.

EMILIANO MASSIMO

Il capitano del Trastevere, Emiliano Massimo, commenta la sconfitta degli amaranto in casa del Pineto nel big match della 14esima giornata del girone F di Serie D: “È stata una partita che si era messa in discesa, abbiamo fatto gol subito e si è incanalata in modo positivo. Il Pineto ha attaccato ma non ha creato grandissime occasioni mentre noi, in contropiede, abbiamo avuto la forza e la bravura per ripartire anche se non abbiamo chiuso l’azione in area. C’è stato anche modo di contestare un rigore netto, ma questo fa parte del gioco e non entro nel dettaglio. Nel secondo tempo non abbiamo avuto un approccio positivo e dopo i due gol del Pineto abbiamo accusato il colpo e non siamo più riusciti a reagire. Nonostante la sconfitta, la squadra ha dato tutto. Sapevamo che non sarebbe cambiato nulla in caso di una vittoria così come non cambia nulla dopo questa sconfitta. Ovviamente non ci piace tornare a casa con zero punti, l’arrabbiatura è naturale ma non ci abbattiamo e pensiamo subito al prossimo impegno. Diamo anche i meriti al Pineto perché ha dimostrato di essere una squadra forte e che non è primo per caso. Fortunatamente mercoledì si torna subito in campo per la coppa e avremo modo di prepararci al meglio anche per la gara di domenica in campionato”.

MERCATO: CIOTOLI NUOVO GIOCATORE DEL TRASTEVERE

Il Trastevere calcio comunica di aver raggiunto l’accordo con il calciatore Vincenzo Ciotoli, attaccante classe 2000, che si unirà alla rosa fino al termine della stagione in corso. Il neo acquisto amaranto ha disputato la prima metà di stagione in Eccellenza, con la maglia dell’Audace, realizzando sei reti. Cresciuto nel settore giovanile del Ferentino, Ciotoli vanta una breve esperienza con l’Under 17 del Foggia e poi annate in D con Pineto, Sanremese, Vis Artena e Lanusei e in Eccellenza con Sora e Terracina. Queste le sue prime parole da giocatore del Trastevere: “Sono davvero orgoglioso di poter iniziare questa nuova avventura e di far parte di questa grande famiglia. La trattativa è stata molto breve, diciamo che ci siamo cercati a vicenda, il Trastevere perché aveva bisogno di un giocatore in questo ruolo e io perché avevo tanta voglia di rilanciarmi in Serie D. Il primo impatto è stato eccellente, ho trovato un ambiente sano, positivo e perfetto per crescere. Spero di avere l’opportunità di giocarmi le mie carte e regalarmi qualche soddisfazione personale, per aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi prefissati”.