Serie A, il Napoli crolla ad Udine: 3-1

138

Nel lunch match il Napoli perde 3-1 ad Udine e dice con tutta probabilità addio alle speranze scudetto. Higuain espulso per proteste. 

UDINE – Il Napoli crolla ad Udine. Nel lunch match gli uomni di Sarri rimediano un 3-1 al “Friuli” dicendo quasi addio alla possibilità di vincere il tricolore. A sbloccare il match ci pensa Bruno Fernandes su rigore per un fallo di Koulibaly su Badu. Il Napoli preme e al 25′ pareggia i conti con il solito Higuain. Passano 60” e l’Udinese ha la possibilità di ritornare in vantaggio con un altro rigore concesso da Irrati per un fallo di Ghoulam su Widmer ma stavolta Gabriel ipnotizza Fernandes che però si riscatta poco dopo quando in rovesciata fa 2-1. Nella ripresa l’Udinese cala il tris con Thereau e il Napoli finisce in dieci per l’espulsione di Higuain. Napoli a -6 dalla Juventus. Serie A, il Napoli crolla ad Udine: 3-1

La gara.

Nel Napoli tutto confermato, tranne il portiere: niente da fare per Reina, c’è Gabriel dal primo minuto. Nell’Udinese una sola variante rispetto alle indicazioni della vigilia. Nel 3-5-2 di De Canio c’è Badu in mediana, con Hallfredsson in panchina.

.Avvio piuttosto timido della gara, che non decolla sul piano delle occasioni per gli attacchi. Al 13′ l’equilibrio si rompe: fallo di Koulibaly su Badu in area di rigore azzurra. Penalty e giallo per il difensore del Napoli. Dal dischetto Fernandes fa 1-0. Al 17′ Udinese vicina al raddoppio:  cross di Badu a centro area, Fernandes ha tutto il tempo di controllare il pallone e caricare il destro, che finisce di poco alto. Al 25′ arriva il pareggio del Napoli: pallone vagante al limite dell’area, arriva Higuain che di prima intenzione di esterno destro batte Karnezis con una conclusione potentissima, 1-1. Nemmeno il tempo di esultare che Ghoulam sgambetta Widmer in area: Irrati non ha dubbi ed indica il dischetto. Stavolta Gabriel ipnotizza Bruno Fernandes. Al 33′ Napoli vicino al vantaggio: errore della linea difensiva, che si perde Callejon , che arriva in area di rigore: fondamentale l’uscita del portiere che alla disperata allontana il pallone. Su capovolgimento di fronte Badu controlla pallone in area e prova la rovesciata: Gabriel in tuffo salva ed anticipa su Zapata, pronto alla deviazione decisiva. Al 45′ l’Udinese torna in vantaggio: errore di Gabriel, che sbaglia un rilancio e serve Zapata. Il portiere lascia la sua area, permettendo al colombiano il cross, che viene girato nella porta sguarnita da Fernandes in rovesciata, 2-1 e squadre negli spogliatoi.

Nella ripresa, l’Udinese cala subito il tris al 57′ Altra grande giocata di Widmer sulla destra, cross perfetto a centro area sul quale si avventa Thereau, che al volo batte Gabriel! E’ notte fonda per il Napoli.  Al 59’ cambio nel Napoli. Fuori Callejon, dentro Mertens. Al 64’ termina la gara del generoso Zapata. Al suo posto Matos. Al 72’ termina la gara di uno spento Insigne. Dentro Gabbiadini.  Al 74’ fuori Armero e dentro Piris nell’Udinese mentre nel Napoli fuori  Jorginho e dentro El Kaddouri.

Al 76’ Napoli in dieci per il doppio giallo rimediato da Higuain che poi va anche a brutto muso con Irrati rischiando tantissimo.  Nei minuti finali non accade nulla, l’Udinese gestisce e porta a casa una vittoria importantissima per la corsa salvezza mentre il Napoli dice quasi addio allo scudetto.

Articoli correlati