Show di Cassano con Palombo e Pazzini

184

I 4 reduci dal Mondiale sudafricano sono arrivati all’Hotel Dolomiti intorno alle 13,15 e si sono gentilmente concessi alla folla di tifosi festanti. Foto ricordo ed autografi per Palombo, Pazzini, Padalino, e Ziegler, poi via subito in albergo a cambiarsi per il primo allenamento agli ordini di mister Di Carlo.

L’arrivo al centro sportivo “Benatti” per l’Angelo blucerchiato e i suoi tre compagni di avventura africana è di quelli trionfali, centinaia di tifosi aspettano davanti all’entrata l’arrivo dei propri campioni. Infilate scarpette e pantaloncini subito in palestra sulla cyclette per scaldarsi un pò. E’ qui che inizia un vero e proprio show fatto di battute e risate tra Cassano, Palombo e Pazzini. Ai tre leader del gruppo doriano si unisce mister Mimmo Di Carlo ed il direttore Gasparin e i cinque continuano imperterriti a ridere e prendersi in giro con Cassano, ovviamente, in testa a tutti.

Inizia l’allenamento e si presume che la serietà subentri all’allegria e alle risate. Forse solo durante il riscaldamento questa previsione si avvera. Appena spuntano i palloni, il “Sergente di Ferro” di Cassino ne inventa un’altra delle sue per far faticare, però divertendosi, i suoi ragazzi. Divide la squadra in tre gruppi con pettorine di colori diversi. Mentre effettuano esercizi con la palla, al fischio del mister, i giocatori si devono dirigere di corsa verso i punti di ritrovo contrassegnati dal proprio colore.

Manco a dirlo Cassano e Palombo si stuzzicano e si ostacolano durante l’intero esercizio sotto gli occhi divertiti di Di Carlo che è il primo a prenderla sul ridere. Ad un certo punto Fantantonio viene pizzicato in fallo (mentre cercava di portarsi dietro un conetto per evitare di dover correre troppo) e viene punito dal rigido Sergente, cinque flessioni per Fantantonio. Il 99 blucerchiato viene sbeffeggiato simpaticamente da Angelo Palombo e Di Carlo punisce anche lui con la medesima punizione, cinque flessioni.

Per fortuna dei pettorali dei due leader si cambia lavoro. Poi spetta a Giampaolo Pazzini che viene colto in flagrante mentre non esegue correttamente un esercizio (in realtà è grazie alla “spiata” di Antonio e Angelo che lo staff tecnico se ne accorge). Tutto questo succede nella porzione di campo sotto gli spalti ed i numerosi tifosi applaudono divertiti ed accompagnano l’allenamento con scrosci di risate e canzoni per i loro beniamini.

L’allenamento finisce con una partitella giocata con le mani ed una corsa nei prati. L’atmosfera era già allegra prima, ma, con l’arrivo di Palombo e Pazzini, si respira un’aria davvero particolare, molto gioiosa e di grande affiatamento. La Samp è al completo, è tornata pronta a divertire, stavolta sul campo.

[Matteo Nosenghi – Fonte: www.sampdorianews.net]

Articoli correlati