SPAGNA OLE’, MATATA LA SUPER GERMANIA

La Spagna ha superato di misura la Germania, avvalendosi di un gol del difensore Puyol, che le consente di accedere per la prima volta in Finale Mondiale, dove affronterà l’Olanda, giunta alla 3^ Finale della storia (perse sia nel ’74 sia nel ’78).

Comunque vada, dunque, vi sarà una nuova iscritta nell’Albo d’Oro, una debuttante assoluta. Per una manifestazione che ha sancito il crollo verticale delle superpotenze tradizionali, dall’Italia alla Francia, dall’Argentina al Brasile, dalla Germania, appunto, all’Inghilterra, tutte inghiottite dal vortice del football moderno, che pare non portare rispetto ai blasoni nobiliari.

Spagna-Germania è stata una “ripetizione” della Finale Euro 2008 (vinta guarda caso dalle Furie Rosse), una sfida molto equilibrata nel 1° tempo (priva di emozioni) e praticamente a senso unico nel 2°, con gli iberici a fare la partita.

Il gol della meritata vittoria arriverà ad un quarto d’ora dal “the end” dei tempi regolamentari, opera del difensore più noto, Puyol, lesto ad insaccare di testa dalla debita distanza (guarda il video su youtube). Un successo che certifica l’assodata supremazia dei Campioni d’Europa in carica, Titolo acquisito evidentemente non per caso.

Una Nazionale che palesa una grande continuità di rendimento, per dei meccanismi di squadra ormai ben collaudati, che le consentono di attestarsi alle grandi potenze. Eredita in gran parte il gioco del Barcellona Campione del Mondo uscente, fatto di lunghi ed estenuanti fraseggi in grado di scardinare alla lunga ogni retroguardia, e di mettere in ginocchio ogni team, sia la Super Germania di Klose e Podolski (priva di Muller per squalifica), apparsa prima di ieri una corazzata inespugnabile.

In Finale gli spagnoli sono i favoriti. Ma l’Olanda non può permettersi di lasciarsi sfuggire la terza finale su tre…

TABELLINO:

GERMANIA-SPAGNA 0-1 (primo tempo 0-0)

GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Mertesacker, Friedrich, Boateng (dal 7’ s.t. Jansen); Khedira (dal 35’ s.t. Gomez), Schweinsteiger; Trochowski (dal 17’ s.t. Kroos), Ozil, Podolski; Klose. (Wiese, Butt, Badstuber, Marin, Aogo, Tasci, Kiebling, Cacau). All. Loew.

SPAGNA (4-2-3-1): Casillas; Sergio Ramos, Piquè, Puyol, Capdevila; Busquets, Xabi Alonso (dal 47’ s.t. Marchena); Iniesta, Xavi, Pedro (dal 40’ s.t. Silva); Villa (dal 36’ s.t. Fernando Torres).(Reina, Valdes, Albiol, Arbeloa, Martinez, Navas, Fabregas, Llorente). All. Del Bosque.

Arbitro: Kassai (Ung).

Rete: Puyol al 28’ s.t.

NOTE: spettatori 60.960. Nessun cartellino. Angoli 6-6. Recupero 1’ p.t., 3’ s.t.