Torino-Sassuolo 3-0: i granata si riprendono la vetta

Sfida di altissima classifica all’Olimpico di Torino, dove si sfidano i granata di Ventura ed il Sassuolo di Pea. In caso di vittoria dei neroverdi, la promozione diretta dei padroni di casa sarebbe messa seriamente in pericolo, mentre in caso di trionfo granata, la Serie A sarebbe davvero ad un passo. Per gli emiliani occasione unica di avvicinarsi alla massima serie, vincendo infatti Pea si porterebbe al secondo posto dietro il Pescara.

La partita inizia subito sotto il segno dei rispettivi uomini copertina. Nel Sassuolo ci prova Sansone con un sinistro da fuori che tuttavia non preoccupa Benussi, nel Torino invece Meggiorini e Bianchi scambiano bene ed il Capitano granata cerca anche il gran goal da fuori area al 13′, non trovando però la porta di Pomini. È l’ultima azione della partita per Bianchi, costretto a lasciarla per infortunio muscolare sette minuti dopo: al suo posto Antenucci. Il Toro va vicinissimo al vantaggio un minuto dopo: prende palla al limite dell’area, gira su stesso alla ricerca di compagni ed infine conclude con il destro. A Pomini battuto è il legno alla sua sinistra a salvare il Sassuolo. La parità tuttavia non è destinata a durare: alla mezz’ora infatti è D’Ambrosio a sbloccare la gara con un colpo di testa potente sotto misura su calcio d’angolo battuto da Vives dalla sinistra. Il Sassuolo risponde rendendosi pericoloso con i corner di Sansone, sui quali la difesa difende malissimo. Piccioni chiede anche un rigore per tocco di mano di Ogbonna, ma Pinzani è irremovibile, tanto da ammonire Terranova per proteste. Pochi minuti dopo giallo anche per Valeri, entrambi diffidati, salteranno la Reggina. Il primo tempo si chiude senza ulteriori sussulti.

Pea cambia negli spogliatoi, mandando a far la doccia Bianchi ed inserendo il più offensivo Troianiello al suo posto, nel tentativo di sbilanciare la squadra. Missione fallita, perchè al primo affondo il Toro raddoppia. Punizione di Parisi, che Pomini devia bene ma sul pallone si avventa Antenucci che rimette in mezzo in favore di Basha: destro preciso e potente che significa 2-0. Il Sassuolo avrebbe anche l’occasione di rimettersi in partita, dieci minuti dopo, quando lo stesso Basha stende Troianiello in area, regalando agli emiliani il calcio di rigore con cui riaprire la sfida, ma Sansone sciupa tutto dal dischetto. Il numero 12 neroverde conclude potente ma altissimo, divorandosi così l’occasione di accorciare le distanze e giocarsi la partita fino in fondo. Ed a 10′ dal termine arriva la punizione per i troppi errori degli ospiti: il solito Vives ruba palla a sinistra, mette in mezzo per Meggiorini che batte Pomini con un sinistro preciso che si insacca sul secondo palo. I cambi finali non modificano gli equilibri della partita, che termina dunque 3-0.

Il Torino da una bella risposta alla brutta sconfitta subita a Pescara, tornando al primo posto solitario grazie alla convincente vittoria contro il Sassuolo terzo in classifica. Una vittoria convincente, che leggittima di fatto una promozione ormai vicinissima, viste le rocambolesche sconfitte subite con le altre pretendenti alla A, Pescara e Verona. Finalmente arriva una vittoria anche in uno “scontro diretto” e per la promozione serve solo un’altra vittoria. Passo indietro notevole per il Sassuolo, che vede allontanarsi la promozione diretta nonostante la contemporanea sconfitta del Pescara. Con la Reggina inoltre mancheranno due pilastri quali Valeri e Terranova.

Torino-Sassuolo 3-0 (30′ D’Ambrosio, 51′ Basha, 80′ Meggiorini)

[Simone Lorini – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]