Udinese, Heurtaux: “A Milano servirà una grande partita”

È stata una delle rivelazioni di fine 2012 e inizio 2013, Thomas Heurtaux. Il difensore francese, scelto sempre più spesso da Guidolin per “sostituire” Medhi Benatia nel terzetto arretrato bianconero, si è fatto trovare pronto, ha sfruttato appieno la chance concessagli dal tecnico di Castelfranco Veneto e, per quanto riguarda la sfida del Meazza di domenica sera, ha le idee chiarissime: a San Siro serviranno grinta e determinazione.

Thomas, la gara interna con il Siena è già abbondantemente archiviata. Domenica si va a Milano, nella “Scala del Calcio”…

“E servirà una grande partita. Contro il Siena sapevamo che sarebbe stata una gara difficile e infatti lo è stata, ma avevamo bisogno di punti per risalire la classifica e l’importante è stato vincere. Quello che è certo, però, è che per sperare di uscire da San Siro con un risultato positivo dovremo fare meglio di quanto visto in campo domenica scorsa contro i toscani”.

Tra l’altro il Milan potrà contare su un’arma in più: Balotelli.

“Sì, lo sappiamo, ma anche senza Mario quella di Allegri era e resta una delle formazioni più forti di questo campionato. Ma noi siamo una buona squadra, in settimana ci alleniamo molto bene e non abbiamo certo l’intenzione di recitare il ruolo di vittime sacrificali. Però ha ragione il mister: noi siamo l’Udinese e dobbiamo giocare meglio di quanto fatto sinora. L’arma vincente? Grinta, determinazione e tanta “fame” agonistica. Non siamo ancora arrivati a quota 40, ci mancano 7 punti, e anche contro il Milan vogliamo continuare la marcia di avvicinamento a questo primo, per noi fondamentale, traguardo stagionale”.

Ieri è tornato dalla coppa d’Africa Benatia. Ti ha fatto i complimenti per quanto hai fatto in sua assenza?

“Medhi è un amico vero e l’ho sentito continuamente durante il suo soggiorno in Sudafrica. Mi ha aiutato ad ambientarmi immediatamente quando sono arrivato a Udine e per me è un punto di riferimento fisso all’interno del mondo bianconero. La concorrenza? Tra me e lui non ce n’è visto il nostro rapporto, ma in generale non temo quella con nessuno perché è il sale del nostro mestiere”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]