Uruguay, Cavani: “Il mio destino è nelle mani di Dio”

L’attaccante del Palermo e della nazionale uruguaina Edinson Cavani, parla del proprio futuro al quotidiano La Gazzetta dello Sport:

La mia esclusione? Questa è la nazionale, dobbiamo stare uniti e silenziosi. Non posso protestare perché non gioco. Aspetto il mio turno, spero che il ct mi offra una possibilità. Mezza Europa su di me? Io spero di crescere, di continuare nel mio percorso di maturazione. Sono tranquillo, concentrato sul Mondiale. Dovrò essere pronto quando Tabarez mi farà giocare. Mi sento al top, al cento per cento. Cosa dico ai tifosi del Palermo? Sono nel mio cuore. E il mio destino è nelle mani di Dio.

[Rosario Carraffa – Fonte: www.tuttopalermo.net]