VNL 2024 F, Italia – Polonia 0-3: cronaca e risultato finale

27
italia vs polonia 14 maggio 2024
italia vs polonia 14 maggio 2024 – Credit: FIPAV

Esordio amaro nella Volleyball Nations League 2024 per le Azzurre sconfitte al termine di un match combattuto

ANTALYA – All’esordio nella Volleyball Nations League 2024 la nazionale italiana femminile è stata superata dalla Polonia 0-3 (26-28, 23-25, 21-25). Le azzurre sono state battute al termine di un match combattuto, nel quale hanno il rimpianto di non essere riuscite a sfruttare nella prima frazione quattro palle set. Nel secondo la Polonia è stata a lungo avanti, l’Italia però non si è arresa e ha sfiorato la rimonta. Nel terzo un lungo break della Polonia ha rotto l’equilibrio, consegnando il match alle biancorosse.

In casa azzurra la migliore marcatrice è stata Ekaterina Antropova con 16 punti, davanti alla coppia Danesi-Bosetti, entrambe autrici di 10 punti. La migliore marcatrice dell’incontro è stata Magdalena Stysiak con 18 punti. Le ragazze di Velasco sono state più incisive a muro (11 contro i 9 avversari), mentre in battuta 4 sono stati gli aces avversari, rispetto ai 2 della formazione tricolore.

La sconfitta odierna è costata alle azzurre 10,63 punti nel world ranking. Domani l’Italia avrà a disposizione una giornata di riposo, per poi tornare in campo giovedì 16 maggio contro la Germania (ore 13 italiane, diretta su DAZN e VBTV).

Come formazione iniziale il ct Velasco ha schierato Bosio in palleggio, opposto Antropova, schiacciatrici Omoruyi e C. Bosetti, centrali Bonifacio e Danesi, libero Fersino.

Dopo un avvio complicato (1-5) l’Italia ha prontamente reagito e grazie a un muro efficace ha superato le avversarie (8-7). Bosio ha chiamato spesso in causa le centrali, mentre la Polonia è andata in difficoltà (19-16). Con pazienza e una fase di difesa organizzata le azzurre sono scappate sul (21-17). Le polacche, però, sono rientrate nel finale (23-22). L’Italia ha avuto a disposizione due set point (24-22), ma non è riuscita a sfruttare le occasioni (24-24). Ai vantaggi per altre due volte Danesi e compagne si sono giocate la palla per chiudere il parziale, senza tuttavia chiudere (26-26). Non altrettanto ha fatto la Polonia che ha sfruttato la prima chance a disposizione (26-28).

Nella seconda frazione, dentro Degradi per Omoruyi, le due squadre sono state a lungo a contatto (12-12), poi Stysiak si è fatta sentire in attacco, permettendo alle compagne di allungare (13-17). Le azzurre, nonostante le difficoltà, ce l’hanno messa tutta per restare a contatto (18-21) e nelle fasi finali un ace di Antropova ha permesso all’Italia di arrivare sul (23-24), prima del successivo errore al servizio che ha consegnato alla Polonia la seconda frazione (23-25).

Nel terzo le ragazze di Velasco si sono portate al comando, mostrando buone cose (15-12). Le azioni successive hanno visto un sostanziale equilibrio, finchè sul (18-18) la Polonia ha prodotto un lungo break (18-22) che di fatto ha chiuso la partita (21-25).

JULIO VELASCO: “Nel primo set abbiamo iniziato molto tesi e siamo andati sotto 1-5. Con il proseguire del gioco abbiamo guadagnato qualche punto, però nel finale siamo incappati in degli errori che hanno permesso alla Polonia di vincere il set. Quello è stato un vero peccato, bastava qualche errore in meno. In generale nel secondo e terzo parziale abbiamo faticato nella correlazione muro-difesa. La Lukasik, come l’anno scorso nella qualificazione olimpica, è stata molto efficace e noi non siamo riusciti a fermarla. Dobbiamo assolutamente migliorare la capacità di adattarci alle situazioni di gioco. Bisogna crescere dal punto di vista tattico e in particolare nelle fasi di difesa e contrattacco c’è da migliorare. Domani mattina analizzeremo bene la Polonia per capire nel dettaglio cosa ha funzionato e cosa no, poi ci concentreremo sulla Germania che sicuramente è un’avversaria da non sottovalutare”.

FRANCESCA BOSIO: “Nei primi due set credo che le cose positive non siano mancate, abbiamo mostrato un buon livello, anche se ovviamente non siamo al top. Il rimpianto è per il primo set quando eravamo saldamente avanti e poi siamo state rimontate. La partita ha seguito un po’ lo stesso copione, tanti errori nostri, mentre le cose sulle quali abbiamo lavorato sono venute meno. Dobbiamo ripartire dagli spunti positivi, per quasi tutta la partita ce la siamo giocata alla pari. Il dispiacere più grande è per il parziale d’apertura, dovremo riguardarlo e capire soprattutto nel momento di chiudere cosa non è andato. Non ci dobbiamo comunque abbattere, da domani si riparte cariche in vista delle prossime sfide”.

Tabellino:

ITALIA – POLONIA 0-3 (26-28, 23-25, 21-25)

ITALIA: Bosio 2, Bonifacio 8, C. Bosetti 10, Antropova 16, Danesi 10, Omoruyi 2, Fersino (L). Spirito, Degradi 9, Cambi, Mingardi. N.e: Nervini, Akrari, L. Nwakalor (L). All. Velasco

POLONIA: Medrzyk 11, Alagierska 4, Wenerska 3, Lukasik 10, Korneluk 12, Stysiak 18, Szczygłowska (L). Gałkowska 1, Piasecka 1, Kowalewska. N.e: Witkowska, Łysiak (L), Pacak, Damaske. All. Lavarini

Arbitri: Simonovska (MNE) e Grass (BRA)

Durata Set: 27′, 25′, 26′.
Italia: 2 a, 8 bs, 11 mv, 22 et.
Polonia: 4 a, 8 bs, 9 mv, 14 et.

Il Calendario della Week 1 della VNL 2024

Pool 1 (Antalya, Turchia) 14-19 maggio

martedì 14 maggio: ore 16 Bulgaria – Olanda 0-3 (14-25, 20-25, 22-25); ore 19 Italia – Polonia 0-3 (26-28, 23-25, 21-25).
mercoledì 15 maggio: ore 16 Francia – Germania; ore 19 Giappone – Turchia.
giovedì 16 maggio: ore 13 Germania – Italia; ore 16 Bulgaria – Giappone; ore 19; Olanda – Turchia.
venerdì 17 maggio: ore 13 Giappone – Germania; ore 16 Francia – Polonia; ore 19 Italia – Bulgaria.
sabato 18 maggio: ore 13 Polonia – Olanda; ore 16 Francia – Bulgaria; ore 19 Italia – Turchia.
domenica 19 maggio: ore 13 Germania – Olanda; ore 16 Polonia – Giappone; ore 19 Francia – Turchia.

Pool 2 (Rio de Janeiro, Brasile) 14-19 maggio

martedì 14 maggio: ore 22.30 Cina – Corea del Sud.
mercoledì 15 maggio: ore 02.00 Brasile – Canada; ore 22.30 USA – Thailandia.
giovedì 16 maggio: ore 02.00 Serbia – Repubblica Dominicana; ore 19.00 Brasile – Corea del Sud; ore 22.30 Cina-Usa.
venerdì 17 maggio: ore 02.00 Repubblica Dominicana – Canada; ore 19.00 Serbia – Thailandia; ore 22.30 Cina – Canada.
sabato 18 maggio: ore 02.00 Brasile – USA; ore 19.00 Serbia – Cina; ore 22.30 Corea del Sud – Repubblica Dominicana.
domenica 19 maggio: ore 02.00 Thailandia – Canada; ore 15.00 Brasile – Serbia; ore 19.00 USA – Repubblica Dominicana; ore 22.30 Thailandia – Corea del Sud.