Zamparini: “Ho visto, finalmente, una squadra che gioca a calcio”

365

Delusione del presidente sull’arbitraggio contro la Fiorentina

zamparini
Zamparini deluso per l’arbitraggio nella partita contro la Fiorentina

PALERMO – Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, non riesce a mandare giù la sconfitta di domenica e reclama per due episodi che hanno penalizzato la sua squadra.

Le critiche mosse alla direzione arbitrale fanno riferimento al gol di Babacar che avrebbe strattonato nell’area avversaria il marcatore ma soprattutto il calcio di rigore non concesso a Quaison; inoltre in questa seconda situazione Zamparini aggiunge che non era solo rigore ma Tomovic doveva essere anche espulso.

“Ho visto, finalmente, una squadra che gioca a calcio” continua il commento del presidente al giornale quotidiano di Sicilia, riconoscendo che il Palermo sa soffrire e rialzarsi nell’occasione.

Delusione anche per l’operato dell’ex tecnico De Zerbi che a suo dire avrebbe portato “idee alquanto sterili” e che il calcio che propone lo può attuare in Lega Pro con il Foggia e in Serie A con Juventus e Roma, ma non con il Palermo.

Zamparini si dice molto soddisfatto del lavoro del neo tecnico rosanero Corini e del loro rapporto ed è contento soprattutto delle prestazioni di Quaison e Jajalo ricaricati dall’ arrivo di Corini:

“Jajalo è il trascinatore della squadra. Quaison si scatena se trova spazio nella metà campo avversaria. Saranno certamente necessarie correzioni e questa squadra potrà dimostrare di non essere inferiore a Genoa Samp e Atalanta. Domenica contro il chievo l’unica cosa importante è la vittoria con la speranza e l’ottimismo di riempire lo stadio riducendo il prezzo dei biglietti”.

“Corini è un tipo che non molla mai infatti non aspettava altro che tornare a Palermo, conclude il presidente, alla prima chiamata mi disse “era ora”…”.

Articoli correlati