8° Settimana Europea dello Sport, presente anche la Lega Serie B

39

Serie B green

Balata: “Per il nostro campionato risulta fondamentale avere calciatori non soltanto preparati e calcisticamente validi, ma anche consapevoli dell’apporto fondamentale che lo sport esercita nella vita di ognuno

Lo sport come aggregatore e promotore di stili di vita sani. Questi i valori cardine che caratterizzano l’8a edizione della Settimana Europea dello Sport, European Week of Sport / EwoS, lanciata dalla Commissione Europea per la prima volta nel 2015, in programma dal 23 al 30 settembre e promossa dalla campagna di comunicazione #BeActive.

Anche la Lega Nazionale Professionisti Serie B condivide appieno detti valori e anche quest’anno aderisce alla manifestazione. In occasione della 6a giornata della Serie BKT, #BeActive sarà presente su tutti i campi, con post sulle piattaforme di comunicazione istituzionale e delle associate, nonché con una pianificazione di media advertising.

La Settimana Europea dello Sport, coordinata e organizzata in Italia dal Dipartimento per lo sport e da Sport e Salute S.p.A., si svolge contemporaneamente in tutti gli Stati Europei per esaltare lo sport come componente essenziale di crescita fisica, mentale e sociale.

Lo sport permette di mantenersi a lungo forti ed in forma, diminuisce il rischio di insorgenza di malattie cardiocircolatorie e muscolo-scheletriche, accresce la propria autostima e contrasta l’emarginazione. “Lo sport – chiosa Mauro Balata, Presidente LNPB – rappresenta un veicolo formidabile di inclusione sociale e benessere psico-fisico. Come Lega B abbiamo voluto partecipare anche quest’anno ed essere vicini a Sport e Salute per promuoverne i valori, al fine di garantire un percorso che abbracci tutte le fasce d’età e che sia di crescita per le giovani generazioni, di consolidamento per chi lo pratica quotidianamente, ma anche di coinvolgimento per chi lo pratica saltuariamente o per nulla. Per il nostro campionato, poi, risulta fondamentale avere calciatori non soltanto preparati e calcisticamente validi, ma anche consapevoli dell’apporto fondamentale che lo sport esercita nella vita di ognuno”.

Grazie ai progetti portati avanti negli anni da Sport e Salute, oltre 1,5 milioni di bambini fa sport alle elementari, 140mila persone saranno avviate all’attività fisica e, grazie anche alla collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci), verranno installate 480 isole sportive realizzate in altrettanti comuni.