Alle 17:00 c’è Roma-Rappr. Trentino A.A. – Probabile formazione

Primo test amichevole per la nuova Roma, quella della ‘nuova era’ invocata da Thomas Di Benedetto, il Presidente ancora non Presidente (la Lega Serie A riporta Cappelli come figura di riferimento in merito all’AS Roma).

Test ovviamente dal bassissimo coefficiente di difficoltà quello contro la Rappresentativa Trentino Alto Adige/Sud Tirol mirata, come tutte le amichevoli d’inizio preparazione, a mettere in moto la squadra, a vedere se il lavoro svolto è stato compreso ed a cominciare ad oliare gli ingranaggi di gioco.

MODULO

Luis Enrique nel suo Barcellona B era un amante della filosofia blaugrana fondata sul 4-3-3. Molto probabile l’utilizzo del medesimo modulo da parte della sua Roma anche se, nell’allenamento pomeridiano di ieri precisamente nelle fasi iniziali e nella rifinitura di stamattina, s’è intravisto una bozza di quel che potrebbe essere la Roma che verrà tatticamente, ovvero un 4-3-1-2 con due attaccanti molto larghi e con Totti nelle vesti, non del centravanti, ma della seconda punta (non trequartista poiché opererà in una posizione più avanzata rispetto alla trequarti). In sintesi un 4-3-3 sulla carta che, in corso d’opera ed anche in funzione delle caratteristiche degli uomini a disposizione, assume i toni del 4-3-1-2.

PORTIERE

Tra i pali giallorossi, visto che Julio Sergio è fermo ai box per un affaticamento al bicipite femorale destro ed il ’93 Pigliacelli arrivato in mattinata (ha anche assistito a parte della seduta mattutina), dovrebbe spuntarla uno tra Lobont e Curci, considerando che giocheranno entrambi presumibilmente un tempo ciascuno. In vantaggio più Curci al momento.

DIFESA

Il pacchetto arretrato della Roma che presumibilmente e senza troppe incertezza dovrebbe essere a 4, dovrebbe vedere, da destra a sinistra, l’utilizzo di Rosi, Cassetti, Antei, Crescenzi. A riposo Juan, non al meglio della condizione. Suggestiva anche l’ipotesi di Daniele De Rossi schierato come centrale difensivo. Per dirla alla Guardiolese “alla Mascherano” con Cassetti conseguentemente sulla corsia di destra. A sinistra potrebbe spuntare l’ipotesi di arretrare Taddei nel ruolo di terzino nel secondo tempo viste anche le grandi doti di duttilità del brasiliano.

CENTROCAMPO

Senza dubbio è al centro del campo che ci sono le maggiori curiosità di questa nuova Roma. I 3, molto probabilmente, dovrebbero essere De Rossi, a fungere da ‘volante’ davanti alla difesa, Pizarro, mezzala sinistra o interno sinistra dei tre come dir si voglia, alla Xavi per intenderci (mezzala tessitrice di gioco), e Perrotta, come ha anche confessato in conferenza stampa ieri mattina “Credo che Luis Enrique mi veda come interno destro o sinistro dei tre di centrocampo”, mezzala destra. Nella ripresa si dovrebbero vedere il Primavera Viviani, nel suo ruolo ideale di fulcro di gioco davanti alla difesa, in sintesi, al momento, è lui il vice-De Rossi. Mezzala sinistra presumibilmente Brighi, mezzala destra invece dovrebbe fungere Greco nella ripresa.

ATTACCO

Per quel che concerne il reparto offensivo giallorosso dovremmo vedere 3 calciatori offensivi: 2 attaccanti esterni quali Vucinic e Borriello seguendo le indicazioni di ieri pomeriggio e una seconda punta centrale a fungere da raccordo con il centrocampo che sarà ovviamente Francesco Totti (come suo vice nel ruolo strappa una candidatura forte Menez).

Nella seconda frazione ci sarà spazio per l’attaccante esterno, classe ’93, Caprari (autore ieri del primo gol in partitella per i rossi battendo Lobont con un millimetrico pallonetto dai 20/25m) che, per caratteristiche e qualità, è il più blaugrana tra i giovani della Roma. Così come ci sarà spazio per quello che è il talento più cristallino dell’intero Settore Giovanile giallorosso: Valerio Verre.

Il più giovane del ritiro di Riscone di Brunico (11 Gennaio 1994) ha fatto intravedere grandi cose sia da mezzala sinistra nella partitella di ieri (grande gol a giro sul secondo palo a battere Curci con il destro) sia da attaccante esterno, ma con mansioni da centrocampista offensivo d’inserimento, nello specifico al posto di Borriello, che però interpreta il ruolo in maniera più offensiva per caratteristiche.
Il capitano degli Allievi Nazionali giallorossi, nonché Campione d’Italia sotto età con la Primavera, e capitano dell’Italia Under 17 (con apparizione anche in Under 18 in stagione) potrebbe davvero essere la sorpresa più bella di questo ritiro della Roma.

PROBABILI FORMAZIONI

AS ROMA (4-3-3) : Curci; Rosi, Cassetti, Antei, Crescenzi; Pizarro, De Rossi, Perrotta; Borriello, Totti, Vucinic.
A disp.: Lobont, Pigliacelli, Antei, Brighi, Viviani, Greco, Bertolacci, Verre, Taddei, Caprari, Menez.
All.: Luis Enrique.

RAPPRESENTATIVA TRENTINO ALTO ADIGE/SÜDTIROL (4-3-3) : Recia; Gasser, Marcher, Crepaz, Oberegger; Faccini, Oberheinricher, Harrasser; Bierbauer, Racaj, Zhani.
A disp.: Walter, Milani, Schuster, Covelli, Klettenhammer, Auer, Denis, Irschara, Oberschmied, Wisthaler, Fischnaller.
All.: Villgraten.

[Alessandro Paoli – Fonte: www.forzaroma.info]