Allegri: “Lazio partita piu’ importante da qui a dicembre”

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza da Milanello alla vigilia del calcio d’inizio della nuova stagione: domani sera a San Siro – ore 20.45 – i rossoneri affronteranno la Lazio di Eddy Reja. Di seguito le principali dichiarazioni raccolte in sala stampa:

“Dobbiamo pensare esclusivamente a domani. Da sabato penseremo al Barcellona. Sara’ difficile perche’ veniamo da venti giorni dove non abbiamo giocato anche se la condizione fisica e buona. Domani sara’ difficile avere un buon approccio mentale. Se e’ meglio iniziare a San Siro? Va bene cosi’ anche perche’ non possiamo fare diversamente. Sara’ una partita importantissima che bisognera’ cercare di giocare nel migliore dei modi. Domani bisogna essere pronti e lo saremo a livello mentale. La Lazio lottera’ per il campionato, e’ una squadra che si e’ rafforzata e come noi gioca insieme da un anno. La Lazio gochera’ una partita a viso aperto, credo che non giocheranno a meta’ campo come l’anno scorso. Milan piu forte della scorsa stagione? Lo vedremo a fine giugno, credo che gli aquisti siano stati importanti in ruoli dove ne avevamo bisogno, sia con Mexes che non e’ ancora a disposizone, sia con Taiwo che con El Shaarawy e gli ultimi due Aquilani e Nocerino. Sono molto contento di quello che ha fatto la societa’ sul mercato. Allegri piu’ forte di un anno fa? Non so’, spero di aver imparato qualcosa in un anno di Milan. Domani sara’ la partita piu’ importante da qui a fine dicembre perche’ ci permette a livello mentale di andare a Barcellona e giocare con il Napoli con uno spirito diverso. Sulla carta siamo i favoriti, ma un conto e’ esserlo sulla carta e un’altro e’ esserlo sul campo. Abbiamo recuperato quasi tutti, e’ possibile che domani giochi uno dei nuovi.

Se ho parlato con Inzaghi? Con pippo ho parlato il giorno dopo l’esclusione e gli ho ripetuto quello che gli ho detto al telefono: Sono dispiaciuto ma ho fatto delle scelte per il bene del Milan, ho dovuto fare delle valutazioni e con dispiacere ho dovuto lasciare fuori Inzaghi. Credo che avra’ la possibilita’ a gennaio di essere rimesso in lista. Se andra’ via? No, assolutamente. Robinho difficilmente sara’ a dispozione domani. Seedorf sta meglio, ha lavorato con la squadra, e’ lui che potrebbe lasciare posto a uno dei nuovi. Secondo me oggi le favorite per lo scudetto sono Milan e Inter, seguite da Napoli e Juventus; la Roma e’ un’incognita. Taiwo dovrebbe rientrare con la squadra sabato mattina. A disposizione per Barcellona? Vedremo. Cosa dobbiamo migliorare quest’anno? Dobbiamo migliorare la gestione offensiva della palla. L’anno svorso abbiamo fatto bene a tratti. E poi nel precampionato abbiamo sempre subito almeno un goal: dobbiamo migliorare anche questo aspetto. Dubbi in avanti domani? giochera’ uno tra Pato e Cassano”.

[Redazione Il Vero Milanista – Fonte: www.ilveromilanista.it]