All’Udinese non basta il pari: bianconeri eliminati

logo-udineseLIBEREC – L’Udinese cerca l’impresa in Reuppublica Ceca affidandosi al tandem Di Natale-Muriel supportato dal trequartista Pereyra. Le occasioni per le zebrette non mancano nei primi dieci minuti: Totò calibra male un diagonale che finisce a fondo campo mentre Muriel non riesce a convergere verso la rete un corner battuto dalla sinistra. Lo Slovan si difende con ordine e riparte in velocità come nella gara di andata. Rabusic divora una ghiotta palla gol dopo 23 minuti: Kelava, con una grande parata di piede, sbarra la strada all’attaccante ceco. La doccia fredda per le speranze bianconere arriva al 22′ direttamente da rimessa laterale: la retroguardia friulana lascia colpevolmente rimbalzare due volte il pallone in area finchè non arriva sul destro di Delarge che lo scaraventa in rete. Guidolin, dovendo fare i conti anche con l’infortunio di Domizzi, gioca il tutto per tutto e inserisce Maicosuel al posto del difensore romano alla mezzora. Il prolungato possesso di palla dell’Udinese sfocia nella rete della speranza realizzata da Lazzari (42′) e propiziata dalla caparbietà di Muriel. Il colombiano conquista un pallone al limite dell’area e serve l’ex atalantino che, da posizione centrale, non sbaglia la scoccata.

I bianconeri iniziano la ripresa alzando i ritmi e attaccando a testa bassa. Lo Slovan organizza le barricate e la partita si inasprisce come testimoniano le ammonizioni di Rybalka e Pereyra. La manovra avvolgente dell’Udinese non si concretizza con tiri in porta pericolosi. Il colpo di testa di Kelic al 18′ sorvola di una spanna la traversa di Kelava mentre l’irruenza dei bianconeri perde lentamente vigore. Al 26′ un’ingenuità costa carissimo a Pereyra che rifila una spallata a un avversario e viene ammonito per la seconda volta dal direttore di gara greco. L’ultimo assalto all’ermetica retroguardia ceca lo porta Maicosuel al 42′. Il brasiliano azzecca la conclusione all’incrocio dei pali, ma Kovar risponde con una parata da campione che cancella le residue speranze friulane.

TABELLINO:

Udinese (3-5-2): Kelava; Domizzi (31′ Maicosuel), Danilo, Heurtaux; Basta, Pinzi, Allan, Lazzari, G.Silva; Muriel, Di Natale (80′ Lopez). Allenatore: Francesco Guidolin.

Slovan Liberec (4-2-3-1): Kovar; Frydek, Kovac, Kelic, Fleisman; Sacky, Pavelka; Rybalka (91′ Husek); Sural (84′ Kolar), Delarge; Rabusic (86′ Kalitvintsev). Allenatore: Vítezslav Lavicka

Arbitro: Tasos Sidiropoulos

Reti: 23′ Delarge (L), 42′ Lazzari (U)

Ammoniti: Rybalka (L), Pereyra, Basta (U)

Espulsi: Pereyra (U).

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]