Andrea Coda: “Gran carattere e perfetta interpretazione della gara”

Mister Guidolin lo ha utilizzato come terzo di sinistra nella difesa a tre, ma lui non ha sofferto minimamente l’impiego nell’insolita posizione. Andrea Coda, al fianco di Benatia e Zapata, ha formato una linea difensiva ermatica che non è mai andata in affanno contro gli attaccanti della Fiorentina: “Tutta la squadra ha dimostrato di avere un gran carattere e ha interpretato la gara benissimo fin dall’inizio – commenta il difensore toscano nel post partita -. Siamo andati immeritatamente in svantaggio, ma non ci siamo abbattuti, anzi, abbiamo risposto nel migliore dei modi alle avversità rimettendo in piedi col gioco una partita che aveva preso una brutta piega”.

Prima della doccia fredda del vantaggio viola, infatti, i friulani erano andati più volte vicini al vantaggio. Il legno colpito da Benatia ha ricordato molto la traversa centrata dallo stesso difensore marocchino nella trasferta di Bologna: “Sembrava il presagio di un’altra brutta giornata, ma dopo la rete di Santana abbiamo continuato a costruire gioco: così abbiamo imbastito la rimonta. Vincere in questo modo dà sempre una grande carica”.

I gigliati si sono presentati al “Friuli” con Mutu unica punta e Ljajic arretrato: “Lo schieramento dei toscani non ci ha preoccupato. Avevamo preparato la partita benissimo ed eravamo pronti a giocare contro questo sistema di gioco. Nel momento in cui Mihajlovic è passato alle due punte, con l’innesto di Babacar, abbiamo preso le contromisure e ci siamo disposti con la difesa a quattro. Questa eventualità era prevista e l’avevamo studiata nei due giorni antecedenti la gara”.

La prima volta non si scorda mai. Difficilmente l’esterno colombiano Pablo Armero dimenticherà il suo primo gol in Serie A. Il sinistro da 35 metri del sudamericano non ha lasciato scampo al terzo portiere Avramov: “Ha realizzato un gran gol in un momento molto delicato. Attaccavamo a testa bassa, ma, complice la sfortuna, non riuscivamo a trovare il punto del pareggio. Finalmente è arrivata una marcatura da un reparto che non sia quello avanzato. Pablo ha nelle corde il tiro da lontano, gli diciamo sempre di provarci”.

Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 19 dicembre allo Stadio “Olimpico” di Roma, alle ore 12,30. L’avversario sarà la sorprendente Lazio del tecnico friulano Edy Reja: “Sappiamo che nella Capitale ci attenderà un incontro molto duro. I biancocelesti sono in un gran momento di forma, ma se giochiamo con il carattere di ieri possiamo rendere la vita difficile a chiunque”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]