Argentina, processo a Diego

Buenos Aires pare in questi minuti un’altra città: la capitale argentina è come ammutolita dopo la goleada con la quale la Germania ha mandato a casa la Nazionale di Diego Armando Maradona.

In una giornata di sole, più primaverile che invernale, a Buenos Aires la partita (iniziata alle 11 locali) è stata seguita nelle abitazioni e nei mille bar e ristoranti della città: fin dai primi minuti, dopo il gol lampo di Mueller al 3′, gli argentini sono rapidamente passati dall’entusiasmo e la speranza all’incredulità e l’amarezza per una sconfitta che lascerà il segno.

Nelle piazze della città, e attorno al grande Obelisco della Avenida 9 de Julio, tra molti tifosi sono apparse le lacrime: per esempio, nella centrica Plaza San Martin, dove attorno ad un mega-schermo si sono radunati circa 32 mila persone. Tanti tifosi si sono avviati verso casa dopo il fischio finale, mentre su un mega-schermo scorrevano le immagini di Maradona e i giocatori che lasciano il campo di gioco, in quella che a Buenos Aires sarà una giornata difficile da dimenticare. Ma tanti altri argentini hanno preferito smettere di vedere la partita anche prima della fine dei ’90, quando gia’ s’intuiva il rischio di una goleada tedesca.

[Redazione Tutto Mercato Web – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]