Mendy stende una stoica Atalanta: il Real Madrid passa al Gewiss Stadium

2616

Atalanta Real Madrid cronaca diretta live risultato in tempo reale

Successo del Real Madrid che espugna il Gewiss Stadium grazie al gol di Mendy nel finale di partita, Dea in dieci per settantacinque minuti causa rosso a Freuler.

BERGAMO – Nel match valevole per l’andata degli ottavi di finale della Champions League 2020/2021 il Real Madrid espugna il Gewiss Stadium battendo l’Atalanta 0-1. Rete decisiva di Mendy nel finale di gara al termine di un match giocato stoicamente dalla squadra di Gasperini, in dieci per settantacinque minuti a causa del cartellino rosso a Freuler inventato dal direttore di gara. Da valutare anche le condizioni di Zapata, uscito mezz’ora a causa di un problema fisico. Tutto aperto in vista del match di ritorno con la squadra nerazzurra che ha bisogno di vincere con un gol di scarto per passare.

La cronaca del match

RISULTATO FINALE: ATALANTA-REAL MADRID 0-1

SECONDO TEMPO

 

94' Fine partita.

91' Tre minuti di recupero.

90' Grande peccato visto che la squadra di Gasperini ha giocato una grandissima partita nonostante la rivedibile direzione arbitrale. Qualche responsabilità di Gollini sul gol di Mendy.

88' Passa in vantaggio il Real Madrid con Mendy che, dal limite dell'area, lascia partire un bel destro a giro che non lascia scampo a Gollini, 0-1.

87' GOOOOOOOOOOL REAL MADRID! MENDY!

86' Meno di cinque minuti più recupero alla conclusione del match. Doppio cambio nell'Atalanta con Gasperini che ha appena mandato in campo Palomino e Malinovskyi al posto di Maehle e Ilicic.

84' Baricentro bassissimo per la Dea che sta provando a resistere con le unghie e con i denti. Non c'è più nessuno nella metà campo dei nerazzurri. Tutti negli ultimi 20 metri dell'area di Gollini.

82' Nuova pressione da parte del Real Madrid che, da qualche minuto a questa parte, ha ripreso ad attaccare con alte frequenze mentre l'Atalanta sembra esausta sul rettangolo di gioco.

80' Squillo della squadra di Zidane con Kroos che lascia partire un missile terra-aria dai 30 metri ma la sua conclusione si perde a lato almeno di un metro.

79' Gasperini chiede calma ai suoi giocatori visto che entriamo nella fase caldissima della partita. Attacca a folate il Real Madrid ma, fino a questo momento, l'Atalanta le ha arginate tutte.

77' Doppio cambio nel Real Madrid con Zidane che ha appena mandato in campo Arribas e Hugo Duro al posto di Asencio ed Isco. Dentro i giovanissimi nel Madrid.

75' Si lotta su ogni singolo pallone con la squadra di Gasperini che sta disputando una signora partita. Pochi fischi da parte del direttore di gara nei confronti della Dea, proteste dalla panchina nerazzurra.

73' Si fa vedere su calcio piazzato la squadra di Zidane con una punizione dal limite di Asensio che Gollini blocca senza troppi problemi. Ora è la Dea a guadagnare un buon calcio di punizione.

72' Cartellino giallo anche per Gosens, terzo ammonito del match.

71' Eroici i difensori della squadra di Gasperini che stanno lottando su ogni pallone. Su tutti Toloi che, al momento, è il migliore in campo di questa partita. La panchina dell'Atalanta chiede più cattiveria a Ilicic.

69' Metà della seconda frazione di gioco con la squadra nerazzurra che sta difendendo benissimo contro un Real Madrid che non sembra avere grosse idee.

67' Non ci sono state conclusioni verso la porta in questa seconda frazione di gioco con la Dea che sta difendendo eroicamente il prezioso risultato. Ricordiamo che l'Atalanta è in dieci uomini da cinquanta minuti.

65' Pessima direzione arbitrale con il direttore di gara che poco fa non ha punito con il cartellino giallo un netto fallo di Modric su Pessina.

64' Gara non particolarmente divertente in questa ripresa con il Real Madrid che palleggia ma fa molta fatica a creare grossi pericoli dalle parti di Gollini. Intanto Manchester City in vantaggio 2-0 contro il Borussia M'Gladbach.

62' Lunghissimo palleggio da parte del Real Madrid che, in questo secondo tempo, vuole passare per vie centrali mentre la Dea fa quel che può in contropiede. Mai pericolosa l'Atalanta in questo secondo tempo.

60' Siamo entrati nell'ultimo terzo di gara con il risultato ancora femro sullo 0-0. Ritmi non trascendentali con le Merengues che non riescono a trovare grossi spazi tra le maglie nerazzurre. Gasperini tiene alta la concentrazione della sua squadra.

58' Cambio nel Real Madrid con Zidane che ha appena mandato in campo Mariano Diaz al posto di Vinicius.

57' Cambio nell'Atalanta con Gasperini che ha appena mandato in campo Ilicic al posto di Muriel. Cartellino giallo per Mendy, secondo ammonito del match.

56' Primi dieci minuti di questo secondo tempo che sono andati in archivio con il risultato sempre fermo sullo 0-0 ma si gioca solo nella metà campo della Dea. Tra poco Ilicic in campo nell'Atalanta.

54' Sembra accusare un po' di stanchezza la squadra nerazzurra che non è mai ripartita in questa seconda frazione di gioco. Sta pesando tantissimo l'erroraccio dell'arbitro nel primo tempo.

52' Pressione massima da parte della squadra di Zidane che attacca con tutti i suoi effettivi alla ricerca del gol del vantaggio. Gasperini pensa ad altri cambi visto che la sua squadra sta spendendo tantissimo in inferiorità numerica.

50' Canovaccio tattico chiarissimo in questa seconda frazione di gioco con la squadra di Zidane che preme nella metà campo dell'Atalanta mentre la Dea difende a pieno organico molto bassa.

49' Real Madrid ad un passo dal vantaggio con un'azione avvolgente che porta al tiro Modric ma la conclusione d'esterno del centrocampista croato esce di pochissimo. Deviazione decisiva di Maehle.

47' Non ci sono stati cambi nell'intervallo da parte dei due allenatori. In campo gli stessi ventuno protagonisti della prima frazione di gioco.

46' Ricomincia il secondo tempo di Atalanta-Real Madrid.

 

PRIMO TEMPO

 

49' Fine primo tempo.

47' Real Madrid ad un passo dal vantaggio con Gollini che devia in qualche modo sugli sviluppi di un calcio di punizione delle Merengues. Tanta pressione da parte della squadra spagnola ora.

46' Tre minuti di recupero.

43' Contatto molto dubbio in area di rigore del Real Madrid tra Lucas Vazquez e Muriel ma il direttore di gara ha lasciato proseguire. Il replay, però, evidenzia forse un fallo del colombiano.

42' Si fa vedere anche la squadra di Gasperini con Muriel che, dal limite, si gira e calcia dma da ottima posizione calcia a lato di poco. Poteva fare molto meglio l'attaccante colombiano dell'Atalanta.

40' Real Madrid ad un passo dal vantaggio con Vinicius che, imbeccato da una genialata di Isco, calcia con il destro ma Pessina devia in calcio d'angolo. Spinge la squadra di Zidane ora.

39' Esplora anche la soluzione del tiro da fuori la squadra di Zidane con un destro dai 25 metri di Modric che si perde alto sopra la traversa.

38' Real Madrid che prova a sfondare soprattutto sulla corsia di sinistra con Mendy molto attivo. Fin qui perfetta la fase difensiva della Dea che chiude ogni spazio a disposizione.

36' Seicento secondi più eventuale recupero alla conclusione della prima frazione di gioco con la Dea che, da venti minuti, sta giocando in dieci uomini per il rosso diretto a Freuler.

34' Canovaccio tattico molto chiaro e scontato in questa fase con il Real Madrid che palleggia nella metà campo della Dea mentre i nerazzurri chiudono ogni spazio a ripartono sfruttando gli eventuali errori delle Merengues.

32' Serataccia fino a questo momento per la squadra di Gasperini. L'unica nota positiva è il punteggio visto che il risultato è ancora fermo sul risultato di 0-0 al Gewiss Stadium.

30' Altra tegola per l'Atalanta con Zapata che si fa male. Cambio obbligato per Gasperini che ha appena mandato in campo Pasalic al posto dell'acciaccato Zapata.

29' Personalità da parte della squadra di Gasperini che non rinuncia a palleggiare e ad attaccare con molti uomini. Non si perde d'animo l'Atalanta mentre il Real Madrid palleggia sempre a bassi ritmi.

27' Primo vero squillo da parte del Real Madrid con una gran progressione di Nacho che salta tre uomini, entra in area calciando col mancino ma la sua conclusione si perde a lato.

26' Solito palleggio da parte della squadra di Zidane che non ha grossa fretta vista la superiorità numerica mentre l'Atalanta dovrà correre il doppio di prima per reggere all'urto. Gara rovinata da un erroraccio arbitrale, doppio perché c'è anche il VAR.

24' Cartellino giallo per Casemiro, primo ammonito del match. Era diffidato il centrocampista brasiliano che salterà la gara di ritorno.

23' Sostituzione rimandata da parte di Gasperini che non ha intenzione di cambiare almeno in questa prima frazione di gioco. Si fa durissima, però, per la Dea.

22' Reazione d'orgoglio da parte della squadra di Gasperini che sta provando a sfogare tutta la rabbia dell'espulsione. Gasperini è una furia in panchina mentre sta per entrare Pasalic.

20' Scellerata decisione da parte dell'arbitro che, di fatto, indirizza la partita a favore della squadra di Zidane. L'arbitro non ha nemmeno rivisto il contatto al VAR.

19' Decisione molto discutibile del direttore di gara che punisce con il cartellino rosso un fallo di Freuler su Mendy. Espulsione che non sembra esserci mai.

18' CARTELLINO ROSSO PER FREULER! ATALANTA IN DIECI!

17' Sfida molto tattica con l'Atalanta che sta venendo fuori molto bene dopo una fase in cui il Real Madrid stava premendo nella metà campo nerazzurra. 0-0 anche nell'altra sfida tra Borussia M'Gladbach e Manchester City.

16' Non c'è un attimo di respiro in questo primo scorcio di partita con l'Atalanta che sta accettando i ritmi imposti dal Real Madrid e punta spesso sul pressing aggressivo. Gara che si gioca molto a centrocampo al Gewiss Stadium.

14' Quasi ipnotico il possesso della squadra di Zidane che non ha grosse alternative in attacco ma si presenta spesso negli ultimi 20 metri della metà campo nerazzurra. Chiude ogni spazio la Dea che pressa a tutto campo.

12' Buon momento per la squadra spagnola che, da qualche minuto a questa parte, sta occupando stabilmente la metà campo nerazzurra. Madrid sempre fortissimo nonostante le numerose assenze.

10' Primi dieci minuti di gioco che sono andati in archivio con il risultato ancora fermo sullo 0-0 tra Atalanta e Real Madrid. Tanta intensità ma non ci sono state occasioni fino ad ora.

8' Subito aggressiva la squadra di Gasperini che non vuole lasciare l'iniziativa alla squadra di Zidane. Real Madrid che prova a sfruttare i suoi aboli palleggiatori per addormentare la partita.

6' Atalanta che, in campionato, viene dalla netta vittoria casalinga contro il Napoli mentre il Real Madrid, in Liga, è reduce dal prezioso successo esterno contro il Valladolid. Spagnoli che provano ad ipnotizzare la Dea con il possesso palla.

4' Fase di studio in questo avvio con le due squadre molto corte sul rettangolo di gioco. Atalanta che sta provando a prendere campo attraverso la sua solita intensità nella metà campo del Real Madrid. Gara che si preannuncia spettacolare.

2' Real Madrid subito in possesso palla mentre la Dea cerca di pressare subito alta la squadra di Zidane. Tantissime assenze per le Merengues che in panchina hanno quasi tutti Primavera.

1' PARTITI! E' cominciata Atalanta-Real Madrid!

 

20.57 I giocatori di Atalanta e Real Madrid fanno il loro ingresso in campo in questo momento. Tra poco si comincia!

20.47 Le due compagini hanno ultimato il riscaldamento pre-partita e stanno tornando negli spogliatoi.

20.30 Le due squadre sono in campo per il classico riscaldamento pre-partita.

19.55 Per quanto concerne il capitolo formazioni 3-4-1-2 per l'Atalanta con Pessina alle spalle della coppia d'attacco formata da Muriel e Zapata mentre il Real Madrid risponde col 4-3-3 ed il tridente offensivo composto da Asencio, Vinicius e Isco.

19.45 Siamo in attesa delle formazioni ufficiali del match.

19.35 Non ci sono precedenti tra Atalanta e Real Madrid. La formazione bergamasca, nella scorsa edizione della Champions League, ha staccato il pass per i quarti di finale battendo il Valencia sia all’andata che al ritorno. Nella gara giocata al Mestalla show di Ilicic con un quaterna. La compagine nerazzurra ha perso appena sei delle ultime 29 partite europee conquistando 14 vittorie e 9 pareggi. La squadra spagnola vanta una grande tradizione contro le squadre italiane: le Merengues, infatti, hanno vinto 10 delle ultime 11 partite giocate contro le compagini del nostro Paese: l’unica eccezione è un 3-1 interno contro la Juventus (che ha poi battuto 4-1 nella finale di UEFA Champions League del 2017 a Cardiff) nel ritorno dei quarti di finale 2017/18. La squadra di Zidane ha vinto appena quattro delle ultime dieci partite di UEFA Champions League.

19.30 Amici di Calciomagazine e appassionati di calcio buonasera e benvenuti alla diretta di Atalanta-Real Madrid, incontro valido per l'andata degli ottavi di finale di Champions League.

 

IL TABELLINO

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle (85' Palomino), de Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Muriel (56' Ilicic [86' Malinovskyi]), Zapata (30' Pasalic). A disposizione: Rossi, Sportiello, Sutalo, Palomino, Lammers, Caldara, Malinovskyi, Ruggeri, Miranchuk, Ilicic, Pasalic. Allenatore: Gasperini

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Lucas Vazquez, Varane, Nacho, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio (76' Arribas), Isco (76' Hugo Duro), Vinicius (57' Mariano Diaz). A disposizione: Lunin, Altube, Mariano Diaz, Arribas, Blanco, Chust, Hugo Duro, Miguel. Allenatore: Zidane

RETI: 86' Mendy (R)

AMMONIZIONI: Casemiro, Mendy (R), Gosens (A)

ESPULSIONI: Freuler (A)

RECUPERO: 3' nel primo tempo, 3' nel secondo tempo

STADIO: Gewiss Stadium

Le parole di Gasperini, Zidane e Muriel

Gasperini: “Loro hanno abitudine a giocare questa competizione in modo vincente. Hanno diverse assenza ed è innegabile che questo toglie loro un po’ di forza. Quelli che giocheranno però sono comunque forti e titolari e noi dovremo mettere in campo tutto il nostro entusiasmo. In questi anni abbiamo affrontato squadre molto forti e questo evento col Real sarà uno stimolo in più. E’ un buon momento per quello che stiamo facendo in campionato. Aspettiamo da molto tempo questo tipo di gare. Siamo un momento molto importante in campionato, in Champions e in Coppa Italia. e ci mette nella condizione di avere un obiettivo importante fino al termine della stagione. Aspettiamo questa gara col Real da quando c’è stato il sorteggio. L’unico grande rammarico è l’assenza del pubblico, ma sappiamo che i nostri tifosi ci saranno vicini ugualmente.Oggi ricompattiamo il gruppo e apparentemente non ci sono situazioni problematiche. Tutti dovrebbero essere ok a parte Hateboer. Ma solo il prossimo allenamento ci darà più indicazioni”.

Zidane: “Noi abbiamo l’esperienza giusta, speriamo di arrivare fino alla finale. Abbiamo tutta l’intenzione di farlo, il Real Madrid è così: scendiamo in campo per vincere. Sappiamo bene che ci sarà anche una partita di ritorno, ma siamo concentrati su domani. Oggi io sono l’allenatore di questi giocatori, sono contento di poter contare su di loro. Tutti sono importanti, ogni allenatore ha le sue risorse. Sappiamo benissimo qual è il nostro momento, non è solo una questione di Champions. Ogni gara è importante, siamo abituati a ragionare così in ogni partita. La pressione ce l’abbiamo tutti, alla fine stiamo parlando di calcio. Siamo consapevoli di avere di nuovo la fortuna di giocare in Champions. L’Atalanta è una squadra composta da giocatori eccellenti, sono solidi e compatti. I paragoni non hanno senso nel calcio, l’Atalanta è l’Atalanta, l’Ajax è l’Ajax. Domani sarà una partita bellissima. Le partite della Champions sono molto difficili da vincere. Però l’Atalanta ha dimostrato sul campo il lavoro fatto fino ad adesso, hanno cambiato due-tre giocatori quest’anno per poter migliorare ancora. Domani sarà una partita difficile, non ci sono mai gare facili. Dobbiamo sempre dimostrare che siamo una squadra forte, giochiamo ogni tre giorni. Domani non sarà facile”.

Muriel: “Sto vivendo questo momento con molta allegria. Giocare contro il Real Madrid è sempre prestigioso. Credo che per affrontarli dobbiamo mettere in campo tutto quello che abbiamo a disposizione, è l’unico modo per fare grandi prestazioni. Col Siviglia abbiamo vinto 3-2 in casa facendo una grande partita in un momento di grande forma. Se si dà tutto e si crede nelle proprie caratteristiche si può vincere contro chiunque. Giocando come sappiamo possiamo competere ai massimi livelli. Abbiamo visto le ultime partite del Real. Dobbiamo stare molto attenti ai nostri avversari. Sappiamo che il Real ha diversi infortunati, ma sarà una gara complicata per tutti. Cercheremo di fare il massimo. Loro non stanno attraversando un gran momento nella Liga, ma la storia del Real parla chiaro. Non possiamo sottovalutare questa partita. Sono degli ottavi di finali e il Real è una delle squadre migliori al mondo”.

La presentazione del match

Da una parte c’è la squadra nerazzurra che, in campionato, viene dall’ottimo successo casalingo contro il Napoli ed in classifica occupa la quinta posizione, in coabitazione con la Lazio, a quota 43 punti. La zona Champions, occupata dalla Roma, dista un solo punto. La squadra di Gasperini ha staccato il pass per gli ottavi, per il secondo anno consecutivo, concludendo il Gruppo D al secondo posto grazie al successo di Amsterdam contro l’Ajax. Dall’altra troviamo le Merengues che, in Liga, vengono dalla preziosa vittoria esterna contro il Valladolid ed in classifica occupano la seconda posizione con soli tre punti di ritardo dall’Atletico Madrid, ma con una partita in più. Turbolento ma efficace il cammino della squadra spagnola che ha chiuso al primo posto il Gruppo B vincendo lo scontro diretto, all’ultima giornata, contro il Borussia M’Gladbach. La sfida del Gewiss Stadium verrà diretta dal tedesco Tobias Stieler mentre i suoi assistenti saranno Christian Gittelmann ed Eduard Beitinger. Il quarto uomo sarà Sandro Schärer mentre al VAR ci saranno Bastian Dankert e Harm Osmers.

Non ci sono precedenti tra Atalanta e Real Madrid. La formazione bergamasca, nella scorsa edizione della Champions League, ha staccato il pass per i quarti di finale battendo il Valencia sia all’andata che al ritorno. Nella gara giocata al Mestalla show di Ilicic con un quaterna. La compagine nerazzurra ha perso appena sei delle ultime 29 partite europee conquistando 14 vittorie e 9 pareggi. La squadra spagnola vanta una grande tradizione contro le squadre italiane: le Merengues, infatti, hanno vinto 10 delle ultime 11 partite giocate contro le compagini del nostro Paese: l’unica eccezione è un 3-1 interno contro la Juventus (che ha poi battuto 4-1 nella finale di UEFA Champions League del 2017 a Cardiff) nel ritorno dei quarti di finale 2017/18. La squadra di Zidane ha vinto appena quattro delle ultime dieci partite di UEFA Champions League.

Prima del fischio d’inizio verrà osservato un minuto di silenzio per commerare la scomparsa di Ta Bi, giovane prodotto atalantino scomparso prematuramente. Questo il comunicato della UEFA: “A nome della comunità calcistica europea, tutti alla UEFA sono profondamente addolorati nell’apprendere della scomparsa del giocatore dell’Atalanta Willy Ta Bi. Prima della sfida di Champions League di questa sera tra Atalanta e Real Madrid ci sarà un minuto di silenzio per onorare il centrocampista”.

QUI ATALANTA – Un solo dubbio per Gasperini che dovrebbe mandare in campo i suoi col classico 3-4-2-1 con Gollini in porta, pacchetto difensivo composto da Toloi, Romero e Djimsiti. A centrocampo De Roon e Freuler in cabina di regia con Maehle e Gosens sulle corsie esterne mentre davanti spazio a Pessina e Ilicic alle spalle di Zapata ma occhio alle quotazioni di Muriel che potrebbe porendere il posto di Ilicic.

QUI REAL MADRID – In totale emergenza Zidane che dovrebbe mandare in campo la sua squadra col 4-3-3 con Courtois tra i pali, pacchetto arretrato formato da Lucas Vazquez e Mendy sulle corsie esterne mentre nel mezzo spazio a Varane e Nacho. A centrocampo Casemiro in cabina di regia con Modric e Kroos mezze ali mentre in attacc spazio al tridente offensivo composto da Asensio, Mariano Diaz e Vinicius.

Le probabili formazioni di Atalanta – Real Madrid

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Ilicic/Muriel, D. Zapata. Allenatore: Gasperini

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Vazquez, Varane, Nacho, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Mariano Diaz, Vinicius Junior. Allenatore: Zidane

STADIO: Gewiss Stadium

Dove vederla in TV e in streaming

L’incontro Atalanta – Real Madrid, valevole per l’andata degli ottavi di finale della Champions League 2020/2021, verrà trasmesso in diretta ed in esclusiva su Sky Sport Uno (numero 201 del satellite, numero 472 e 482 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 252 del satellite). La sfida del Gewiss Stadium sarà trasmessa anche in diretta streaming. Chi è in possesso di un abbonamento Sky potrà scaricare l’app di Sky Go su smartphone e tablet, su pc o notebook. Un’altra possibilità per seguire la partita è Now Tv: il servizio di streaming di Sky offre infatti la visione di diversi eventi calcistici nel proprio palinsesto. Bisognerà collegarsi al sito e acquistare uno dei pacchetti specifici.

Articoli correlati