Ballardini balla col Grifo e batte il Bologna

Il Genoa ha vinto: alleluja! Al di là della scelta del modulo e dell’atteggiamento tattico adottato, si è notato ieri sera una formazione tonica e viva. Non era la squadra incerta delle ultime prestazioni: Ballardini è riuscito a dare serenità ai giocatori, mentre questi ultimi hanno dato in campo tutto. E, soprattuìtto, ha iniziato a dare un’identità alla squadra. Dati statistici della Lega di serie A alla mano, il Grifo ha tirato ben 15 volte, di cui 5 in porta, per segnare un gol.

I motivi sono più o meno i soliti: sfortuna, una grande serata del portiere avversario Viviano, le imprecisioni di Toni che forse deve ancora “digerire” i meccanismi del nuovo mister. Va detto a discolpa del centravanti che gli sono giunte pochi palloni giocabili per la sua testa: è uno degli aspetti migliorabili da Ballardini, assieme all’ingolfamento mostrato sulla fascia destra, mentre quella sinistra era poco sfruttata. Nella prima corsia si sovrapponevano Rafinha, Rossi e Mesto pestandosi vicendevolmente i piedi: a sinistra raramente spuntava Veloso e talvolta tornava Rudolf. Criscito era impegnato in compiti difensivi: meccanismi da rivedere.

Nel complesso il Genoa era comunque ben disposto in campo e la pochezza del Bologna conta fino a un certo punto. Ieri sera ha impedito agli avversari qualsiasi contropiede. E gli ha rifilato il siluro di Milanetto nella porta quando sembrava che la gara dovesse terminare in parità. La solidità difensiva è dovuta al nuovo modulo 4-4-2: non solo, ma si è notato finalmente il tanto auspicato collegamento tra il centrocampo e il reparto arretrato. Non solo: la superiorità territoriale si è finalmente concretizzata in pericolosità sotto la porta avversaria.

Adesso arriva la partita di Cagliari, la piazza dove Ballardini si affermò professionalmente. I sardi sono stati battuti dal Napoli e stanno attraversando un periodo non facile. Sarà la prova del nove per il nuovo tecnico che dovrà confermare che anche fuori casa la squadra ha finalmente mutato atteggiamento e riesce a raccogliere punti.

[Marco Liguori – Fonte: www.pianetagenoa1893.net]