Bari, De Gennaro: “Ingresso societario difficile, invito i tifosi a non illudersi”

Interventuo ai micorofoni di Controradio, l’amministratore unico della Dec, Vito De Gennaro, esponente della cordata interessata all’acquisizione di circa il 70% del pacchetto azionario dell’As Bari Calcio, ha fatto il punto della situazione sulla trattativa che dovrebbe portare la vendita, da parte della famiglia Matarrese, di una consistente quota societaria.

Ecco quanto evidenziato da orgoglio barese.it: “La trattativa è seguita da vicino da Domenico De Bartolomeo. Al momento l’ipotesi della newco è l’unica possibile per dare un contributo sostanzioso e rendere competitiva la squadra. Il nostro intento è quello di una divisione tra il passato e il futuro. Il passato con tutte le sue pendenze deve essere gestito dai Matarrese, noi vogliamo curare gli aspetti futuri, compatibilmente con la crisi che attanaglia il nostro paese e che ha colpito anche le nostre imprese”.

Il numero uno della Dec ha poi affrontato più nello specifico la situazione, lanciando chiari messaggi agli attuali proprietari del Bari: “La situazione debitoria del Bari è pesante, ma il nostro apporto deve mirare a costruire una squadra competitiva e a ristrutturare completamente la società. Se i Matarrese non accetteranno, l’accordo salterà perchè non siamo disposti a sobbarcarci i debiti dei Matarrese. L’operazione resta molto difficile e invito i tifosi a non illudersi”.

Nelle settimane passate si era anche parlato di cifre e di percentuali d’ingresso: “Le cifre per ogni singolo socio restano quelle scritte su alcuni giornali (2mln euro per il 20% ndr), ma la nostra idea è quella di aprire anche all’azionariato popolare. Il valore del Bari in serie A è di circa 35 milioni, ma con il club ormai nella serie cadetta, questo valore ovviamente scende”.

[Andrea Dipalo Fonte: www.tuttobari.com]