Bari-Pescara 1-0, il tabellino: i biancorossi cambiano marcia nella ripresa

Bari-Pescara 1-0, il tabellinoTabellino di Bari-Pescara. 1-0 il risultato finale, decide una rete al 32′ della ripresa di Brienza su punizione. La cronaca del posticipo

BARI – Prova di forza del Bari che nel finale riesce a piegare 1-0 un buon Pescara nella gara valida come posticipo della 14ma giornata del campionato di Serie B. Bella partita, combattuta e giocata bene dalle due squadre. Attente le difese che hanno avuto la meglio sulle apprezzabili trame costruite dalle due compagini. Si tratta del sesto successo consecutivo casalingo per i biancorossi che subiscono la prima mezz’ora l’avversario ma nel finale collezionano tre interessanti palle gol: al 32′ con una conclusione sul primo palo di Cissé su assist di Anderson. Sette minuti dopo nuova chance per l’attaccante che dopo aver vinto due rimpalli si vede respingere magistralmente il diagonale da Fiorillo.  Quindi la punizione di Galano con palla che sorvola di poco la traversa.

Nella ripresa devastante la squadra di casa che mette sotto pressione quella di Zeman sfiorando la rete due volte con Galano. Nella seconda attento Fiorillo che si supera poi sul bolide di Petriccione al 20′. Quindi la rete al 32′ di Brienza su punizione deviata dalla barriera e palla che spiazza Fiorillo cambiando di traiettoria, terminando alla sua destra. La reazione del Delfino nel bolide in area di Crescenzi respinto da Micai e dopo 7 minuti di extra time la squadra pugliese fa festa.

Bari-Pescara 1-0, il tabellino

TABELLINO:

BARI (3-4-3): Micai; Anderson, Gyomber, Cassani, Fiamozzi; Tello, Busellato (dal 17′ st Brienza), Petriccione; Improta (dal 36′ st Floro Flores), Cissé (dal 45′ st Nené), Galano. A disposizione: De Lucia, Conti,Sabelli, Kozak, Cassani, Salzano, Iocolano, Scalera, Miguel, Diakhite’. Allenatore: Grosso

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Mazzotta, Fornasier, Perrotta, Zampano (dal 26′ st Crescenzi); Brugman, Palazzi (dal 27′ st Valzania), Carraro; Mancuso, Pettinari, Del Sole (dal 19′ st Cappelluzzo). A disposizione: Pigliacelli, Kanoute’, Ganz, Elizalde, Latte Lath, Selasi, Coulibaly, Baez. Allenatore: Zeman

Reti: al 32′ st Brienza

Ammonizioni: Fiamozzi, Carraro, Valzania, Perrotta, Fornasier

Recupero: nessuno nel primo tempo, 6 minuti di recupero

Formazioni ufficiali

I due tecnici hanno scelto gli undici di partenza. Diverse novità. I biancorossi spostano nel loro 4-3-3 Anderson esterno di difesa mentre a centrocampo Petriccione con Busellato e Tello. In avanti fiducia a Cissé con Improta e Galano, in gran spolvero nelle ultime giornate. La risposta dei biancazzurri con Perrotta confermato al centro della difesa con Fornasier vista la contemporanea assenza di Coda e Bovo, esterni Mazzotta e Zampano. A centrocampo Palazzi dal primo minuto con Brugman e Carralo mezz’ala. In avanti intoccabile Pettinari con Mancuso e il rientrante Del Sole.

Presentazione di Bari-Pescara

Domenica 12 novembre alle ore 20.30 si giocherà Bari-Pescara, posticipo della quattordicesima giornata del campionato di Serie B. Sfida di rilievo al San Nicola tra due squadre che hanno ambizioni importanti per questa stagione. Da una parte c’è la compagine di Fabio Grosso che è reduce dal pareggio in casa della Salernitana e in casa ha ottenuto 18 dei 20 punti che ha in classifica con i pugliesi al sesto posto. Dall’altra parte c’è la squadra di Zeman che in campionato si trova a metà classifica con 17 punti e nell’ultimo turno ha pareggiato 2-2 in casa contro il Palermo. Le ultime due sfide al San Nicola, in Serie B, si sono concluse entrambe senza reti mentre nel campionato 2011-2012 vittoria del Pescara grazie alla doppietta di Insigne.

QUI BARI – Fabio Grosso, dopo aver provato il 3-5-2 a Salerno, potrebbe tornare al solito 4-3-3 con Micai tra i pali, terzetto difensivo composto da Gyomber, Cassani e uno tra Marrone e Tonucci. A centrocampo Busellato e Petriccione in cabina di regia con Tello e Anderson che dovrebbero agire sulle fasce mentre in attacco sicuri del posto Galano e Improta, nel mezzo ballottaggio tra Floro Flores e Cissè.

QUI PESCARA – Solito rebus formazione per il Pescara visto che Zeman ne ha cambiate tredici in altrettante partite giocate fin qui. Ciò che non cambia è lo schema, 4-3-3 con Fiorillo tra i pali, in difesa Bovo e Perrotta centrali mentre sulle fasce Mazzotta e uno tra Zampano e Crescenzi. A centrocampo potrebbe giocare Carraro in cabina di regia con Valzania e Brugman mezze ali mentre in attacco e rebus vista l’indisponibilità di Capone e, al 99% di Benali. Il tridente potrebbe essere composto da Mancuso e uno tra Del Sole e Baez a supporto di Pettinari.

LE PROBABILI FORMAZIONI

BARI (3-4-3): Micai; Marrone, Gyomber, Cassani, Tello, Busellato, Petriccione, Anderson, Galano, Floro Flores, Improta. Allenatore: Grosso

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Mazzotta, Bovo, Perrotta, Zampano, Brugman, Carraro, Valzania, Mancuso, Pettinari, Del Sole. Allenatore: Zeman

Arbitro: Piccinini

Guardalinee: Pagnotta e Scarpa

Quarto uomo: Di Paolo

Stadio: San Nicola