Bologna: esonerato Donadoni. Tra i possibili sostituti Filippo Inzaghi

338

Dopo 104 presenze in panchina si conclude il rapporto tra il tecnico e la società rossoblu. Non si conosce ancora il nome del sostituto: in pole ci sarebbe Filippo Inzaghi

BOLOGNA – La notizia era nell’aria da qualche orama adesso è arrivata anche l’ufficialità: Roberto Donadoni non è più l’allenatore del Bologna. A dare la comunicazione dell’esonero del tecnico, nonostante un contratto che lo legava al club rossoblu fino al 30 giugno 2019, è stata la stessa società felsinea attraverso una nota apparsa sul proprio sito ufficiale. I motivi? I risultati non troppo esaltanti della stagione che si è appena conclusa è un rapporto non troppo idilliaco con la tifoseria. Donadoni era arrivato a Bologna a novembre del 2015 e sulla panchina rossoblu ha collezionato 104 presenze (31 vittorie, 23 pareggi e 50 sconfitte). Tra i suoi possibili sostituti spicca il nome di Filippo Inzaghi del Venezia, ma sono gettonati anche Stroppa e De Zerbi.

La nota ufficiale del Bologna Calcio

Il Bologna Fc 1909 comunica che Roberto Donadoni non sarà l’allenatore della Prima squadra per la prossima stagione. A Roberto e al suo staff va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto con passione e professionalità nel corso delle tre stagioni trascorse sulla panchina rossoblù”. “Considero Donadoni un ottimo allenatore” dichiara il Presidente Joey Saputo, “che ha dato al nostro Club un importante contributo di credibilità. Abbiamo ritenuto però che dopo tre anni il suo ciclo a Bologna fosse arrivato alla conclusione nonostante l’impegno e la dedizione che lui e il suo staff hanno sempre dimostrato. Gli auguro le migliori fortune per il prosieguo della carriera”.