Brescia-Bari 2-1, il tabellino: cronaca e risultato della partita

691

Brescia-Bari 2-1, il tabellino: cronaca e risultato della partita

Tabellino di Brescia-Bari. Torna a vincere la squadra di Marino, 2-1 il risultato in tempo reale. La cronaca dell’anticipo dell’11ma giornata

BRESCIA – Torna al successo il Brescia che si aggiudica l’anticipo dell’undicesima giornata di Serie B per 2-1. Bella prestazione per i ragazzi di Marino che nel primo tempo hanno condotto per mezz’ora il match passando al 17′ con Caracciolo ma subendo il pari di Basha al 33′, nell’unica palla concessa nella prima frazione di gioco. Nel finale di tempo ancora l’arione protagonista con un controllo in area di pregevole fattura, palla sul destro e conclusione sporcata che si stampa sulla traversa.

Nella ripresa dentro Capradossi e Petriccione a rilevare gli infortunati Marrone e Basha e padroni di casa che la sbloccano subito grazie a una maldestra deviazione di Capradossi nella propria porta su cross rasoterra di Furlan all’ottavo. Sterile la reazione degli ospiti che hanno una chance con Iocolano e poco più. Brescia che sale a 13 punti mentre il Bari resta a 16.

Brescia-Bari 2-1, il tabellino: cronaca e risultato della partita

TABELLINO:

BRESCIA (4-3-3): Minelli; Somma, Gastaldello, Lancini; Cancellotti, Martinelli, Bisoli; Furlan (dal 47′ st Torregrossa); Machin (dal 20′ st Dall’Oglio), Ferrante (dal 28′ st Longhi); Caracciolo. A disposizione: Andrenacci, Pelagotti, Coppolaro, Cattaneo, Ndoj, Bagadur, Di Santantonio, Rinaldi, Rivas. Allenatore: Pasquale Marino

BARI (3-4-3): Micai, Cassani, Marrone (dal 1′ st Capradossi), Gyomber; Fiamozzi, Busellato, Basha (dal 5′ st Petriccione), Iocolano (dal 32′ st Brienza); Galano, Cissè, Improta. A disposizione: De Lucia, Conti, Kozak, Anderson, Salzano, Tello, Floro Flores, Morleo, Nené. Allenatore: Fabio Grosso

Reti: al 17′ pt Caracciolo, al 33′ pt Galano, all’8′ st Capradossi (autogol)

Ammonizioni: Capradossi, Gastaldello, Busellato, Caracciolo, Martinelli

Recupero: 2 minuti nel primo tempo, 3 minuti nella ripresa

Presentazione della partita Brescia-Bari

BRESCIA – Non c’è un attimo di respiro nel campionato cadetto tanto che siamo già proiettati all’undicesima giornata, turno che aprirà lunedì alle 20.30 con Brescia-Bari. Un incontro delicato, che evoca ricordi da Serie A, tra due squadre che stanno vivendo momenti contrapposti. Da una parte c’è la squadra Lombarda che nelle ultime due partite, quelle sotto la gestione Marino, ha perso in casa col Novara e in casa della Cremonese. La classifica parla chiaro e vede le Rondinelle nei bassifondi della classifica con 10 punti. Dall’altra parte ci sono i Pugliesi che, dopo il pareggio con la Pro Vercelli, hanno vinto in casa contro il Cittadella per 4-2 e adesso si trovano nelle zone alte della graduatoria, a ridosso del primo posto.

QUI BRESCIA – Marino potrebbe cambiare qualcosina rispetto alla sfida persa contro la Cremonese. Il modulo sarà il solito 3-5-2 con Minelli tra i pali, terzetto difensivo composto da Meccariello, Gastaldello e Somma. A centrocampo potrebbe giocare Machin in cabina di regia con Martinelli e Bisoli mezze ali mentre sulle fasce Longhi e Furlan. Davanti Caracciolo inamovibile mentre dovrebbero giocarsi il posto Ferrante e Rivas.

QUI BARI – Squadra che vince non si cambia ma gli impegni ravvicinati potrebbero costringere Grosso a cambiare qualcosa rispetto alla sfida con il Cittadella. 3-4-3 per i Pugliesi con Micai in porta, terzetto difensivo composto da Capradossi, Marrone e Gyomber. A centrocampo Basha e Busellato in cabina di regia mentre sulle fasce Fiamozzi e Morleo. In attacco certi del posto Galano e Improta mentre Cissè si gioca il posto con Floro Flores.

LE PROBABILI FORMAZIONI

BRESCIA (3-5-2): Minelli, Somma, Gastaldello, Meccariello, Longhi, Martinelli, Machin, Bisoli, Furlan, Ferrante, Caracciolo. Allenatore: Marino

BARI (3-4-3): Micai; Capradossi, Marrone, Gyomber, Fiamozzi, Basha, Busellato, Morleo, Galano, Floro Flores, Improta. Allenatore: Grosso

Arbitro: Pinzani

Guardalinee: Grossi e Imperiale

Quarto uomo: Amabile

Stadio: Mario Rigamonti