Catania, Montella: “Difesa a 4. Penso a Bergessio-Maxi in avanti”

229 0

MASCALUCIA Alla vigilia di Fiorentina – Catania, parla Mister Montella. Il tecnico del Catania, prima di far sostenere ai suoi giocatori l’ultima seduta settimanale, si intrattiene coi giornalisti analizzando i temi caldi che accompagneranno le discussioni sulla sfida del Franchi.

Vincenzo Montella:

Dobbiamo restare con i piedi per terra. E’ un dato di fatto che nel passato, dopo un’ottima prestazione in termini di risultato non c’è mai stata la conferma soprattutto in trasferta. Mi auguro che la mia squadra cambi mentalità già da sabato. A Genova si capiva che non sarebbe andata bene. Troppi errori individuali, dovuti dalla mancata concentrazione.

Izco è uno di quei giocatori che fanno sempre comodo, è un giocatore che può interpretare più ruoli così come Llama.  Biagianti, sta meglio, ma è troppo presto per vederlo in campo. Ha svolto solo 2 allenamenti col gruppo. Sinisa è un tecnico preparatissimo. Dispiace venga contestato. Il loro momento di difficoltà? Ne dovremo saper approfittare. Loro saranno determinati a Sono determinati a consolidare la panchina del loro allenatore.

Se mettiamo la loro stessa determinazione faremo risultato. Mihajlovic? Meglio averlo come compagno di squadra che da allenatore. In passato mi ha fatto segnare tanti goal con i suoi cross. È un grosso vantaggio una rosa ampia. Talvolta devo fare scelte anche impopolari. C’è una sana competizione. Tutti i giocatori hanno sempre voglia di allenarsi.

Stiamo crescendo molto. Nei moduli credo poco. Credo negli schemi, nella mentalità giusta di giocare. Abbiamo due opzioni sempre. Del Vecchio garantisce fisicità ha caratteristiche che non ha sostituti in campo. Bergessio sta molto bene ma spende tantissimo in partita. Ha preso una botta in settimana e fa fatica da qualche giorno. Devo valutare, per non rischiare. Lopez sta crescendo molto. Potrebbero giocare insieme. Ho questo dubbio. Ogni gara è una storia a sé. Giochiamo a 3 al centrocampo e valorizziamo meglio chi sta in campo.

Questa squadra è nelle difficoltà che riesce a tirare fuori la personalità. Quando i giocatori sono rilassati, tutto diventa pericoloso. La Fiorentina è una squadra offensiva sia come mentalità sia come giocatori. Potrebbe essere il loro punto debole. Loro giocano molto sull’uno contro uno. E’ idonea una difesa a 4. Stiamo provando.

[Giuseppe Puglisi – Fonte: www.mondocatania.com]