Catania, Un Sorriso

Era ora. Finalmente.

Una serata, una vittoria, una boccata d’aria; Udinese battuta uno a zero e passo avanti in classifica: il bottino di punti ora è a quota 14. Il turno infrasettimanale porta bene ai rossazzurri; tre punti che mancavano dal match contro il Cesena, disputato sempre di mercoledì sotto le luci del Massimino. Proprio in quella partita lì, Maxi Lopez aveva realizzato il suo ultimo(e unico, ndr) centro.

Il centravanti di Buenos Aires si ripete oggi con un colpo di testa una partita difficile, molto tattica, nervosa. Un calcio piazzato, una fiammata, esultanza, rabbia e il vento che torna a soffiare nella direzione giusta.

E’ gol, gol, gol! Ritorna il brivido, ritorna l’energia, ritorna la scarica d’adrenalina. Era da un po’ e mancava veramente. Quell’attimo intenso che fa dimenticare i rancori, i musi lunghi, le lamentele, gli sbadigli, le perplessità, gli errori di giorni e settimane. Fischi; stavolta solo i tre dell’arbitro a sancire la fine. Partita conclusa e soddisfazione. Tralasciando una prestazione ancora in sordina, nonostante l’opportuno cambio di modulo; tralasciando la sfortuna dell’ennesimo infortunio, oggi occorso a Bellusci; tralasciando gli ampi margini di miglioramento da percorrere da qui ad un futuro abbastanza prossimo.

Badando solo a questa lieta notte di San Martino e ad un numero confortante: il Catania è la seconda miglior difesa della Serie A; solo l’Inter ha subito meno. L’affermazione di oggi, carica. Compatta il gruppo, sprona l’ambiente, stimola la fiducia.

Proprio ora; quando tutto sembrava disfarsi.

Proprio al momento; quando i pezzi faticavano ad incastrarsi.

Proprio adesso; alla vigilia di un derby al cardiopalma, da giocare in casa di un Palermo arrabbiato, dopo due anni e mezzo di insuccessi nel big match regionale. Derby è sogno, emozione, speranza. E con i nostri colori sugli spalti del Barbera, lo sarà ancor di più.

Stringiamoci forte, contenti. Questa sera, il sorriso è rossazzurro.

[Dario Damico – Fonte: www.mondocatania.com]