Champion’s League PSG-Barcellona 2-2: pari al fotofinish

93

watch-uefa-champions-league-live-streamPari spettacolo al “Parco dei Principi”, rispettate tutte le attese su una partita che ha regalato gol ed emozioni fino all’ultimo secondo. Il Barcellona trova un 2-2 che lo mette in netto vantaggio per la qualificazione alla semifinale, infatti il PSG sarà costretto a vincere (o pareggiare 3-3) tra 7 giorni al Camp Nou per andare avanti.

Nelle formazioni iniziali Vilanova sorprende lasciando in panchina Tello favorito alla vigilia per completare il tridente con Villa e Messi, in campo l’ex Udinese Sanchez. A centrocampo confermato il trio Busquets, Iniesta e Xavi con Fabregas rincalzo di lusso, in difesa senza Puyol è Mascherano ad affiancare Piquè con Dani Alves e Jordi Alba sulle fasce a completare il reparto davanti a Victor Valdes.

Ancelotti sorprende nel PSG lasciando fuori Verratti e lanciando dall’inizio Beckham in coppia con Matuidi a fare da scherno davanti la difesa composta da Jallet, Alex, Thiago Silva e Maxwell. In porta il solito Sirigu e in avanti c’è la fantasia e la velocità del trio composto da Pastore, Lavezzi e Lucas con Ibrahimovic riferimento avanzato, chiaro segnare di un PSG tutt’altro che rinunciatario.

La partita inizia in maniera spettacolare, dopo due minuti è Dani Alves a mettere in rete ma a gioco fermo per un suo fallo su Maxwell. Sono però i padroni di casa a sfiorare il vantaggio al 5′ con Lavezzi che si beve in area Piquè e il suo tiro viene fermato solo dal palo. Ancora i parigini sono pericolosi al quarto d’ora con una conclusione da fuori di Pastore, dall’altra parte la risposta è affidata ad Iniesta che calcia di poco a lato. E’ Valdes a salvare la porta blaugrana su una velenosa punizione di Ibrahimovic. Al 25′ è ancora il PSG a rendersi pericolosi, fantastica la cavalcata da metà di campo che serve al limite dell’area Ibrahimovic, il sinistro dello svedese è troppo largo.

Al 38′ i catalani puniscono la troppa imprecisione dei padroni di casa. Assist fantastico di Dani Alves che lancia Messi in profondità, l’argentino incrocia la conclusione in maniera perfetta e batte Sirigu per il vantaggio del Barcellona, onestamente non meritato. Il gol subito è una batosta per il PSG che rischia di subire il secondo gol da uno straordinario Messi che salta la difesa avversaria ma il suo sinistro finisce poco alto sulla traversa, il duplice fischio dell’arbitro arriva provvidenziale a salvare la squadra di Ancelotti.

Il secondo tempo comincia senza Messi, l’argentino infatti è costretto a lasciare il campo a Fabregas per un problema al ginocchio. Il PSG non riesce ad essere pericoloso come nella prima frazione, prova a farsi vedere solo con azioni di contropiede ma a mancare è sempre l’ultimo passaggio o il controllo della sfera nel momento decisivo. Ancelotti prova a scuotere i suoi, troppo spenti per dare fastidio al Barcellona, inserendo prima Menez e poi Verratti al posto di Lavezzi e Beckham.

La grande occasione capita al 77′ ad Ibrahimovic che tutto solo davanti a Victor Valdes calcia addosso al portiere spagnolo. Lo svedese si riscatta due minuti dopo trovando il tanto ricercato gol in una partita importante di Champions, è il più veloce a ribattere in rete una palla finita sul palo dopo un colpo di testa di Thiago Silva, da segnalare che lo svedese era in netta posizione di fuorigioco.

Il PSG trova quindi il pareggio nell’unico modo in cui si era reso pericoloso nella ripresa, su azione da calcio da fermo e con la collaborazione dell’arbitro Stark e del suo assistente. Vilanova subito il pareggio si gioca la carta Tello per Villa e deve sostituire Mascherano infortunato e fa entrare Bartra, dall’altra parte l’ultimo cambio dei francese è Gameiro per Pastore.

Quando la partita sembra concludersi con un pareggio che farebbe comunque felici entrambe le squadre, all’88′ arriva lo spunto di Sanchez che in area viene atterrato da Sirigu, dagli undici metri Xavi non sbaglia e mette una serie ipoteca sul passaggio del turno. L’orgoglio di Ibrahimovic che non vuole perdere con la sua ex squadra porta lo svedese in pieno recupero a trovare ancora il gol del pareggio ma questa volta il guardalinee non può ignorare un altro netto fuorigioco. Il PSG non si rassegna alla sconfitta in casa e all’ultima azione trova l’insperato pari con una conclusione di Matuidi che beffa un Victor Valdes molto colpevole.

Nonostante la beffa per il pareggio subito all’ultimo secondo, Vilanova può essere soddisfatto del suo rientro in panchina. Dopo una prima mezz’ora molto difficile il Barcellona è diventato padrone del campo. La nota negativa è l’infortunio di Messi, saranno da valutare seriamente le sue condizioni, senza dimenticare che anche Mascherano ha lasciato il campo per problemi fisici.

Il gol di Matuidi invece regala qualche speranza ad Ancelotti che però sarà costretto in pratica a vincere al Camp Nou per passare il turno. Forse ha veramente bisogno di qualche appunto di Mourinho, il portoghese con il Real è stato uno dei pochi a riuscirci negli ultimi anni.

TABELLINO:

Psg (4-4-2): Sirigu; Jallet, Alex, Thiago Silva, Maxwell; Lucas, Beckham (25′ st Verratti), Matuidi, Pastore (31′ st Gameiro); Ibrahimovic, Lavezzi (21′ st Menez). A disposizione: Douchez, Sakho, Van der Wiel, Chantome. All.: Ancelotti.

Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Mascherano (39′ st Bartra), Piqué, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Iniesta; Villa (36′ st Tello), Messi (1′ st Fabregas), Sanchez. A disposizione: Pinto, Song, Thiago Alcantara, Montoya. All.: Vilanova.

Arbitro: Stark (GER)

Reti: 38′ Messi (B), 34′ st Ibrahimovic (P), 44′ st rig. Xavi (B), 49′ st Matuidi (P)

Ammoniti: Matuidi, Beckham, Ibrahimovic, Sirigu (P), Piquè, Jordi Alba, Mascherano (B)

[Francesco Ragosta – Fonte: www.goalnews24.it]

Articoli correlati