Ciclismo: va a Contador il Tour 2010

176

ALESSANDRO PETACCHI (36 ANNI, LAMPRE FARNESE) ESULTA: IL SUO E’ STATO UN GRAN TOUR DE FRANCE. IN CARRIERA LO SPEZZINO ALLA CORSA GIALLA, PUR AVENDOVI PARTECIPATO APPENA 3 VOLTE, HA VINTO BEN 6 VOLATE, PER UN TOTALE DI 51 SUCCESSI AI TRE GRANDI GIRI A TAPPE. FENOMENALE!

Alberto Contador si aggiudica come da copione il Tour della noia davanti ad Andy Schleck (Lux) e Menchov (Rus). Gli Italiani -se si eccettuano i 2 successi di Petacchi- restano ancora una volta al palo (Basso, che flop!).

Quello conclusosi quest’oggi è stato un Tour de France che ha più che mai strizzato l’occhio alla noia, vera protagonista riverita ed indiscussa della Gran Boucle. Gran Boucle che, oltre per l’avarizia di emozioni, sarà ricordata, almeno per quanto ci riguarda, per l’ennesimo flop targato Italia, in grado di vincere a mala pena 2 tappe con l’eterno Alessandro Petacchi (36 enne!!!), per poi ripiombare nell’anonimato.

Confidavamo in Ivan Basso, il quale se solo fosse stato all’80% avrebbe potuto perlomeno lottare per il gradino più basso del podio. Macchè, la partecipazione del varesino è stata del tutto “ignota” al pubblico, emblema del vergognoso momento che gli azzurri stanno attraversando da un decennio alla Corsa Gialla. Una Corsa terminata per la 3^ volta fra le grinfie di Alberto Contador. Lo spagnolo senza strafare (in montagna si era equivalso con Andy) si è impossessato del Giro di Francia avvalendosi in pratica della crono finale di oltre 50 km, in cui il suo unico avversario, il lussemburghese Andy Schleck, si è comunque dannato l’anima, perdendo solo circa mezzo minuto dall’iberico, che si pensava potesse invece rifilargli alcuni minuti.

L’orgoglio di Schleck non ha comunque evitato l’epilogo scontato, ovvero l’ennesimo exploit, seppur in versione soft, del corridore dell’Astana. Tour che ricorderemo altresì per la debacle dell’americano 7 volte in giallo Lance Armstrong, che a quasi 39 anni abdica senza gloria. E per le 5 vittorie di tappa del super velocista britannico M. Cavendish, confermatosi per il terzo anno il vero dittatore delle volate, il vero erede del tanto grande quanto iellato Alessandro Petacchi, che come dicevamo è stato l’unico ad onorare la bandiera italiana.

Classifica Generale:
http://it.eurosport.yahoo.com/ciclismo/tour-de-france/classifiche/giallo.html

Articoli correlati