Cisse a 360°: la Lazio, le passioni e le sue origini

Porta il numero 99 sulle spalle, le sua maglie vanno a ruba, si tratta di Djibril Cisse il nuovo idolo dei tifosi biancocelesti. In 15 mila l’hanno accolto all’Olimpico per la presentazione. A fine partita, ad aspettarlo, c’era sua moglie Jude e qualche amico per festeggiare il suo compleanno (30 anni).

MEDIA-GOL. In sette amichevoli disputate (non interamente  tra l’altro) Cisse –come riporta il Corriere dello Sport, a firma di Daniele Rindone- ha segnato cinque reti: 365 minuti di gioco totali, quindi una media di un gol ogni 73’ minuti. Due reti di destro, una di sinistro, e due di testa.

MODULO. Djibril preferirebbe giocare davanti alla porta, ma è disponibile al ripiego tattico di Reja. Nelle ultime due amichevoli è stato utilizzato da esterno sinistro d’attacco, prima ancora era posizionato sulla destra. Nelle prime quattro amichevoli l’allenatore l’ha posizionato in un 4-3-1-2 accanto a Klose. Contro il Villareal partì centravanti nel 4-4-2 con il tedesco alle sue spalle. Le prime reti, Cisse le ha messe a segno tirando da dentro l’area di rigore, le ultime invece sfruttando due calci d’angolo. Questo sacrificio è dato per far coesistere insieme il francese con Klose.

CASA. Le sue sei auto personalizzate sono, per il momento, parcheggiate a Formello. Le ha fatte portare direttamente dalla Grecia, è un grande appassionato del genere. La sua auto preferita è la Chrysler Plymouth Prowler, motore V6. Ne arriveranno delle altre ad ingrandire la sua collezione. Intanto il francese ha preso casa alla “Giustiniana”, un appartamento grande. E’ sposato con Miss Jude , hanno due figli (un maschio ed una femmina). Durante i primi giorni “romani”, ha alloggiato in un hotel vicino Ponte Milvio, lo stesso di Reja. Ha legato subito con i suoi nuovi compagni, in particolare con Diakité, francese anche lui.

UNICO. Cisse si è sempre fatto notare per la sua unicità nella vita di tutti i giorni. Senz’altro è un personaggio a cui gli piace stupire, come una volta in Francia quando si presentò in pubblico con una gonna: “Quel giorno ho scioccato molti uomini, ma io vengo dall’Africa e c’è la tendenza ad indossare gonne lunghe”, disse alla stampa. Seguire la moda è un altro suo hobby: è il fondatore di una linea di vestiti “Klubb 9 Nine”. Ha recitato anche in due film: nel 2004 ha recitato in “Gli 11 Comandamenti” un lungometraggio francese, nel 2007 nella serie “Taxxi 4”. E’ stato anche scelto per far parte di un videogioco, “Juiced 2: Hot Import Nights”, di genere automobilistico, nel gioco guida una Ford Mustang Fastback GTA del 1967.

ORIGINI. Djibril Cisse è il settimo figlio di Mango e Karidjata Cisse, originari della Costa D’Avorio. I genitori si separarono poco dopo la sua nascita. Il padre era un calciatore professionista, capitano della Costa d’Avorio. Nel ’74 si trasferirono in Francia. La famiglia è di religione islamica ma lui si è convertito al cattolicesimo. Si è sposato due volte, la prima indossando un abito completamente rosso, in onore dei tifosi del Liverpool e anche perché lo aveva promesso alla madre: “Perché sarà un giorno speciale”.

[Ivan Pantani – Fonte: www.lalaziosiamonoi.it]