Colpo Robinho, Milan re del mercato

213

Il Milan prende Robinho, la Roma si rinforza con Marco Borriello. Le ultime ore del calciomercato regalano sorprese e colpi di scena fino al sipario, che cala al termine di una giornata frenetica. Il club rossonero, in prima pagina da giorni per l’acquisto di Zlatan Ibrahimovic, concede il bis. Nella rosa del tecnico Massimiliano Allegri adesso c’è anche Robinho. L’attaccante brasiliano arriva dal Manchester City e firma un contratto quadriennale. «Il Milan ha grandi giocatori, è una grande squadra con una storia importantissima. Io spero con tutti i miei compagni di poter contribuire a regalare molti titoli a questo Club. Kakà mi ha sempre parlato benissimo del Milan e adesso so che i brasiliani della rosa mi daranno una grande mano per inserirmi», dice il verdeoro. Il diavolo sistema le cose, e i conti, cedendo due punte.

L’olandese Klaas Jan Huntelaar va in Germania, allo Schalke 04. Soprattutto, però, Marco Borriello va alla Roma. Il centravanti, inseguito dalla Juventus, approda nella capitale con la formula del prestito. La brillante operazione condotta con l’impegno diretto del presidente Rosella Sensi nelle ultime roventi 24 ore arricchisce il reparto offensivo giallorosso di un’ulteriore pedina in vista di una stagione densa di impegni. Il tecnico Claudio Ranieri ora ha il potenziale per puntare in alto in Italia e in Europa, in attesa che torni a disposizione anche il brasiliano Adriano.

L’exploit della Roma assesta un altro colpo alle ambizioni della Juve che, nonostante i contatti frenetici con il Milan, si deve arrendere: Borriello non sarà bianconero, così come non lo sarà Kakha Kaladze. Niente scambio con Fabio Grosso, il difensore georgiano va al Genoa. A Torino incassano un’altra coppia di ‘no’ e la lista si allunga dopo i falliti assalti a Antonio Di Natale, rimasto all’Udinese, e Nicolas Burdisso, passato dall’Inter alla Roma. Il direttore generale bianconero Giuseppe Marotta prova a sistemare la difesa con gli ingaggi di Armand Traorè e Leandro Rinaudo: l’esterno sinistro arriva in prestito dall’Arsenal, il centrale con la stessa formula viene prelevato dal Napoli. «Borriello era un’opportunità, è sfumata. A quel punto non abbiamo ripiegato su altri obiettivi. È stato un mercato difficile, di rinnovamento. Siamo soddisfatti», dice il dg. In attacco, Gigi Del Neri non avrà un altro elemento per integrare un arsenale scricchiolante. Jorge Martinez, Amauri e Vincenzo Iaquinta sono infortunati. Fabio Quagliarella non può giocare in Europa League e si preannuncia un autunno molto intenso per il quasi 36enne Alessandro Del Piero. I botti finali non sfiorano nemmeno l’Inter. Il club campione d’Italia viene accostato per qualche ora a Gokhan Inler, centrocampista svizzero dell’Udinese. La fumata bianca non arriva. «Abbiamo la stessa squadra dello scorso anno, è sufficientemente forte», dice il presidente Massimo Moratti.

[Redazione Il Vero Milanista – Fonte: www.ilveromilanista.it]

Articoli correlati