Conferenza live da Appiano Gentile. Benitez: “Con tutti gli uomini faremo bene”

272

Torna il campionato di Serie A dopo la pausa dedicata alle nazionali. L’avversario dell’Inter è il Cagliari, alla vigilia della sfida del Sant’Elia Rafa Benitez analizza così la gara con i sardi.

Mister l’orario insolito può cambiare qualcosa?

E’ chiaro che sarà una partita difficile, il Cagliari sta facendo bene. Noi siamo preparati per far bene, se possiamo vincere è meglio così pensiamo alle altri partite che abbiamo. Quanto all’orario si lavora diversamente, dobbiamo aggiustare alcune cose, ma penso non sarà un problema.

Che Inter ha ritrovato dopo la pausa?

Tante volte si parla di infortuni, noi abbiamo fatto le nostre analisi e queste gare con le nazionali cambiano tutto. Dopo tre mesi di allenamento abbiamo perso uno come Milito per un mese e mezzo. Senza questi impegni può essere più facile. Non possiamo cambiare questa situazione. Abbiamo tre giocatori che sono tornati con degli infortuni, il calendario è la chiave di tutto. Chi gioca al massimo livello ha delle difficoltà con questi impegni.

Motta e Pandev ci saranno?

Non lo so al 100%, penso che almeno uno dei due ci sarà. Anche per Zanetti ci sono buone possibilità, farà gli esami tra poco.

Eto’o sarà di nuovo punta centrale?

Sì, sarà contento anche lui. E’ una difficoltà non avere Milito, ma Eto’o è in forma e speriamo di far bene.

Cosa pensa di quanto è accaduto a Genova?

Quel che è accaduto non piace a nessuno. Ho parlato ieri con Stankovic, è concentrato. E’ una brava persona, non è facile per lui. Lasciamo fuori questa cosa adesso.

Ha visto cosa è accaduto al Liverpool?

Il Liverpool ha cambiato proprietà, ma io devo pensare all’Inter. E’ meglio non parlarne troppo per me, magari lo farò in futuro.

Quanto questi infortuni ostacolano il suo progetto?

E’ chiaro che è un ostacolo perché non abbiamo tutti i giocatori. Però noi sappiamo che due anni fa, quando Mourinho è arrivato qui ci sono stati 50 infortuni, 37 muscolari. Quest’anno, due anni dopo e nell’anno del Mondiale e delle due Supercoppe, con giocatori come Sneijder che è arrivato il 6 agosto o Milito che è stato un mese fuori, sappiamo che ci sono delle difficoltà. Adesso, senza le nazionali, pensiamo di poter controllare di più questo aspetto.

Si è parlato molto di mercato, si sono fatti nomi come Kaka. L’hanno infastidita queste voci?

Si parla di Kaka, Benzema, tutti bravissimi giocatori, ma se il presidente vuole prendere Messi io non dico no. Benzema è diverso perché siamo coperti in quel ruolo e anche per Kaka dobbiamo vedere come si sposa con Coutinho o Sneijder. Su Messi vi assicuro che direi di sì.

Quale reparte è più colpito dopo questi infortuni?

E’ colpita tutta la squadra, al di là del fatto che ad esempio Pandev e Milito sono attaccanti.

Come ha visto la squadra in queste prime partite?

Io sono molto contento delle gare che abbiamo fatto. Penso che ne abbiamo fatte diverse buone. Penso si possa migliorare ancora, con tutti i giocatori disponibili andremo molto meglio.

In quale reparto si sente più carente?

Di questo ne parlerò con Branca e il presidente.

E’ plausibile vedere un nuovo modulo a Cagliari?

Giocheremo sicuramente in undici. Non è un problema di modulo.

[Mattia Todisco – Fonte: www.fcinternews.it]