Crotone-Genoa 0-1, il tabellino. Buona la prima in panchina per Ballardini

369

Crotone-Genoa 0-1, il tabellinoTabellino di Crotone-Genoa. 0-1 il risultato finale. Gol decisivo di Rigoni all’11’ del primo tempo. Per Ballardini buon esordio in panchina

CROTONE –  Finisce con una vittoria l’esordio di Davide Ballardini sulla panchina del Genoa. Allo Scida termina infatti 0-1 grazie al gol messo a segno da Luca Rigoni all’11’ del primo tempo. Buona prestazione del Grifone nel complesso. Su tutti Taarabt e Spolli, quest’ultimo al rientro da un grave infortunio che lo ha tenuto per mesi fuori dai campi di gioco. Crotone sottotono rispetto alle ultime prestazioni.

Crotone-Genoa 0-1, il tabellino

Formazioni di Crotone-Genoa

Manca meno di un’ora alla sfida che allo Scida contrappone due squadre che finora non hanno espresso il meglio in questo campionato ma che sono pronte a ripartire con lo slancio, a cominciare dal rifone che oggi ritrova in panchina Davide Ballardini. Di fronte un ex, Davide Nicola, 266 presenze in maglia rossoblù. Sono già state annunciate le formazioni ufficiali. Novità in casa Genoa: subito in campo dal 1′ Spolli, al rientro da un brutto infortunio al ginocchio, e in attacco Goran Pandev.

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Sampirisi (dal 37’st Simy), Ceccherini, Simic, Martella (dal 16′ st Rhoden); Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian (dal 28′ st Tonev); Trotta, Budimir. A disposizione: Festa, Viscovo, Sulijc, Faraoni, Cabrera, Ajeti, Rhoden, Romero. Izco, Tonev, Crociata, Simy. Allenatore: Nicola.

GENOA (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Zukanovic; Rosi, Rigoni, Veloso (dal 33’st Cofie), Bertolacci, Laxalt; Taarabt (dal 43’st Centurion), Pandev (dal 16′ st Galabinov). A disposizione: Lamanna, Zima, Gentiletti, Rossettini, Biraschi, Cofie, Lazovic, Omeonga, Centurion, Lapadula, Galabinov, Palladino. Allenatore: Ballardini

Presentazione della partita

CROTONE – Oggi allo stadio Ezio-Scida si gioca Crotone-Genoa, incontro valevole per la tredicesima giornata del campionato di Serie A. Calcio di inizio previsto per le 12.30. Scontro tutto rossoblù tra due squadre che alloggiano nelle parti basse della classifica.

Nell’ultimo turno, disputato prima della sosta per gli impegni della Nazionale, i pitagorici hanno vinto al Dall’Ara per 2-3 contro il Bologna e ora sono quindicesimi con 12 punti. Peggio il Genoa, terz’ultimo a quota 8, che dopo la sconfitta rimediata nel derby (l’ottava su dodici partite giocate) ha esonerato Ivan Juric e affidato a Davide Ballardini l’incarico di sollevare una situazione critica e ridare sicurezza e personalità alla squadra. Per il tecnico ravennate si tratta del terzo ritorno sulla panchina del Grifone a stagione in corso. Nel 2010 subentrò a Gasperini mentre nel 2013 prese il posto di Delneri: in entrambe le occasioni la salvezza fu conquistata senza particolari difficoltà.

L’unico precedente tra le due compagini risale al 28 agosto del 2016 quando, all’Adriatico di Pescara (lo Scida era inagibile a causa di lavori di ristrutturazione e di ampliamento), il Genoa si impose per 1-3 grazie alla doppietta di Pavoletti e Gakpè. Per il Crotone andò a segno Palladino, che domenica tornerà allo Scida da avversario.

QUI CROTONE – Nicola dovrà fare a meno degli infortunati Kragl e Tuminiello e valutare nel corso delle ultime ore le condizioni di Pavlovic: nel caso in cui non ce la facesse é pronto a scendere in campo Martella. Gli altri dubbi di formazione riguardano chi far scendere in campo tra Nalini e Rhoden e tra Trotta e Tonev. Al momento dovrebbero avere la meglio i due nomi indicati per primi negli altrettanti ballottaggi. Probabile schieramento del consueto modulo 4-4-2. Pertanto, porta difesa da Cordaz e retroguardia composta dalla coppia centrale Ceccherini-Simic, con Sampirisi e Martella ai lati. In mezzo al campo Mandragora e Barberis; sulle fasce Nalini e Stoian. Davanti Trotta e Budimir.

QUI GENOA – Ballardini non potrà contare su Brlek e dovrà valutare le condizioni di Palladino. L’unica dubbio di formazione é quello se far scendere in campo Bertolacci, preferendolo a Rosi e a Omeonga. Possibile trasformazione del modulo 3-5-2 in un 3-4-2-1. Quindi, Perin tra i pali e difesa a tre composta da Izzo, Rossettini e Zukanovic. A centrocampo Laxalt e Rigoni sulle corsie esterne,  in cabina di regia Miguel Veloso affiancato da Bertolacci. Per quanto concerne il reparto avanzato, spazio a Rigoni e a Taarabt a sostegno dell’unica punta Lapadula.

Le probabili formazioni

CROTONE (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Simic, Martella, Nalini, Barberis, Mandragora, Stoian, Trotta, Budimir. A disposizione Festa, Cabrera, Faraoni, Ajeti, Pavlovic, Sulijc, Crociata, Romero A., Rhoden, Tonev, Izco, Simy. Allenatore: Davide Nicola.

GENOA (3-4-2-1): Perin; Izzo, Rossettini, Zukanovic, Laxalt, Bertolacci; Miguel Veloso;  Rigoni; Pandev; Taarabt; Lapadula. A disposizione: Lamanna, Biraschi; Gentiletti; Rosi; Spolli; Cofie; Centurion; Omeonga, Ricci, Pellegri, Galabinov. Allenatore: Davide Ballardini

Arbitro: Paolo Tagliavento della sezione di Terni

Assistenti: Di Iorio – Zappatore

Quarto Uomo: Marinelli

Var: Gavillucci

Avar: Martinelli

Stadio: Ezio Scida di Crotone

Articoli correlati