Allegri: “Bravi a martellare il Crotone”

361

Le dichiarazioni del tecnico bianconero dopo la partita dello “Scida”

TORINO – Al termine del vittorioso match contro il Crotone, Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha analizzato la gara.

La gara contro il Crotone

Il tecnico bianconero ha dichiarato che la sua squadra é stata brava per aver saputo martellare l’avversario, che nel corso del campionato ha sempre perso le partite nel finale. Nel primo tempo é stata poco precisa in un paio di situazioni. Nel secondo ha accelerato, si é mossa di più. E una volta chiusa la partita è stato tutto molto più facile. Contro il Crotone era obbligatorio vincere e i suoi ragazzi sono stati bravi a farlo nel migliore dei modi.

Ritiene che il campionato sia ancora lungo. Per vincerlo non besteranno 86 punti. Occorrerà affrontare una partita alla volta. La sua idea é quella di far ruotare i giocatori. Solo così si metteranno forze fresce in campo e si faranno buone partite. Ci sono molte gare, più riuscirà a ruotarle i giocatori e più la squadra sarà in grado di fare prestazioni di intensità e attenzione di alto livello. Contro il Crotone dopo soli venti minuti di gioco aveva già invertito i trequartisti e nella riresa ha fatto gli altri cambi.

I singoli

L’allenatore si é detto molto soddisfatto di Pjaca. Ha fatto una buona partita, buone cose sia nel primo sia nel secondo tempo. Era la sua prima da titolare. Deve crescere ed è giovane, ma ha davanti a sé un futuro importante. Lo si vede da come stoppa la palla e come si muove. E da come si é già calato nella mentalità della Juve dopo soli sei mesi, sia a livello difensivo sia a livello offensivo. Su Pjanic Allegri ha detto che é molto bravo a dividere il campo in due con l’altro mediano. Pensa che nel giro di due o tre anni arriverà a giocare davanti alla difesa.