Denis: “Quest’anno vedrete il vero Tanque!”

È carico come una molla, e lo si vede dall’intensità con cui si allena giorno dopo giorno e dallo spirito di sacrificio che contraddistingue ogni sua sessione ad Imponzo e Arta Terme, German Denis che dopo un anno in maglia bianconera, condizionato da quel maledetto infortunio della scorsa estate in ritiro con il Napoli, ha un solo desiderio: stare bene e mostrare a tutti il proprio valore.

“Dall’inizio di questa nuova stagione ho una sola volontà – ha detto il “Tanque” -: fare un grande ritiro e stare bene fisicamente. Voglio solo stare bene quest’anno perché è innegabile che, nel passato campionato, un po’ ho sofferto l’infortunio patito al piede. Sono arrivato più tardi degli altri in gruppo e ho dovuto recuperare con calma per cui è normale che, rispetto agli altri, sia partito un passo indietro. Quest’anno, invece, va tutto alla grande, da ieri ho cominciato a calciare e a fare tutte le partitine per cui sono soddisfatto. Voglio solo lavorare e farmi trovare pronto quando verrò chiamato in causa”.

Udine, e Arta Terme, dodici mesi dopo. Denis si guarda indietro e conferma la scelta fatta a suo tempo. “Sono felice di essere qui e non me ne sono mai pentito – ha spiegato l’attaccante argentino -. Udine mi piace al di là del calcio, la mia famiglia sta da Dio in Friuli e io non mi voglio muovere da qua. L’Atalanta? C’è stato un contatto, ma ho la consapevolezza di potermi giocare le mie carte qui, di partire alla pari con tutti e di poter essere utile alla causa bianconera. È vero, il mio ruolo naturale è quello di prima punta, ma io mi adatto ad ogni posizione che sceglie il mister. Non ci sono problemi, davvero. Ho sentito anche io le voci del possibile arrivo di un nuovo attaccante, ma non mi interessa. So quello che valgo e quello che posso dare e penso soltanto a mostrare a tutti il vero Denis”.

Il countdown verso il preliminare è ufficialmente cominciato e “El Tanque” è concentrato, come tutta l’Udinese, sull’obiettivo di inizio stagione. “E’ un passaggio fondamentale e importantissimo – ha concluso l’ex Independiente -, ma d’altronde fino al 5 agosto non sapremo chi affrontreremo e non possiamo concentrarci su un avversario specifico. Per cui continuiamo a lavorare sodo per farci trovare pronti a questo storico appuntamento”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]