Donadel: ”Nessuna proposta di rinnovo. Lo sciopero…”

A margine della 34° Giornata Olimpica da Palazzo vecchio ha parlato il premiato Marco Donadel, che si è soffermato sui temi dello sciopero (è consigliere dell’Aic) e del rinnovo: “Sono 4 mesi che c’è questo problema e finora solo l’Aic è andata incontro alle richieste della Lega su ben 8 punti, rinunciando a diritti che avevano già. Ma questi ultimi due (allenarsi fuori rosa e trasferimenti obbligatori, ndr) sono inaccettabili per qualunque tipo di lavoratore. Non penso che sia evitabile visto che per mesi mesi siamo stati ragionevoli ma non abbiamo trovato l’accordo e lo sciopero è l’unico mezzo a nostra dsposizione.

Il mio contratto? Ho già ripetuto tante volte qual’è la mia volontà, rimanere qui. Non mi piace parlare di queste cose in pubblico, ma fin’ora non ci sono stati passi in avanti. Quando arriverà la proposta, se arriverà, la valuteremo. Passi avanti? Se ci fossero stati ve l’avrebbero detto ma non mi piace stare a parlare di offerte o incontri, io penso solo a giocare. La Fiorentina? Siamo sulla strada giusta, stiamo crescendo a livello di gioco ma adesso dobbiamo fare punti.”

Durante la premiazione (“come sempio di comportamento agonistico e sportivo”) poi il mediano viola ha parlato del suo rapporto con Firenze: “Per me è una seconda casa, dopo aver girato tanto sono arrivato qui e mi sono subito trovato bene. Qui mi sono sposato, ho avuto il primo figlio e presto ne avrò un altro, ed è qui che voglio rimanere. Firenze è una città increbile che ti stupisce sempre, capita di girare per le strade e trovare un angolo che improvvisamente ti lascia senza fiato e ti dà grandi emozioni”.

[Simone Bargellini – Fonte: www.violanews.com]