Rivoluzione in vista del calendario internazionale fino al 2024

158

pallone calcio

Secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica, FIFA e UEFA sarebbero al lavoro per riprogrammare il calendario internazionale fino al 2024.

ZURIGO – Le prossime 36 ore saranno cruciali per definire il futuro della stagione 2019/2020: in questo momento, infatti, il ministro dello Sport Spadafora sta incontrando i vertici del calcio italiano mentre nella giornata di domani, in quel di Nyon, il comitato esecutivo della UEFA si riunirà per prendere una decisione ufficiale circa il completamento della stagione in corso, bruscamente interrotta dalla Pandemia. Secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica, però, FIFA e UEFA sarebbero già al lavoro per riprogrammare il calendario internazionale fino al 2024.

La possibile rivoluzione dal calendario internazionale fino al 2024

I due organismi che regolano il calcio europeo e mondiale avrebbero fissato l’inizio della nuova stagione tra metà novembre e inizio di dicembre con la conclusione del solo girone d’andata (seguendo il modello argentino) fissata per metà maggio del 2021. Coppe europee da concludere a metà maggio lasciando, poi, spazio all’Europeo e allo svolgimento delle Olimpiadi. Da ottobre 2021 ad aprile 2022 Champions, Europa League e girone di ritorno (Clausura) dei maggiori campionati del vecchio Continente; stessa formula da ripetere per il 2022-2023 visto il Mondiale in Qatar in programma da metà novembre a metà dicembre del 2022. Il nuovo Mondiale per club, invece, potrebbe andare in scena nel luglio 2023, a metà della stagione successiva, con 24 squadre partecipanti. La prima edizione della nuova competizione FIFA, nata per sostituire la Confederations Cup, si giocherà in Cina.

Articoli correlati