Euro 2016, il Belgio demolisce l’Ungheria 0-4 e vola ai quarti

361

Il Belgio batte per 0-4 l’Ungheria e vola ai quarti. Le reti di Alderweireld, Batshuayi, Hazard e Carrasco

Europei 2016 logoTOLOSA – Tutto troppo facile per il Belgio. A Tolosa gli uomini di Wilmots battono 4-0 l’Ungheria e staccano il pass per i quarti di finale dove troveranno il Galles. Per quanto riguarda il match il Belgio la sblocca dopo 10′ con un colpo di testa di Alderweireld su punizione di De Bruyne. Hazard illumina le manovre dei suoi ma Kiraly dice di no in tre occasioni ai Belgi. Il raddoppio però arriva al 78′ con un tap-in di Batshuayi su cross di Hazard che all’ 80′ si mette in proprio e cala il tris. Al 91′ arriva anche il poker di Carrasco.

La gara

Per quanto riguarda le formazioni 4-2-3-1 per l’Ungheria con Dzsudzsak e Pinter dietro all’unica punta Szalai. Modulo speculare nel Belgio con Hazard e Mertens dietro Lukaku.

Al 5′ prima occasione Belgio, palla centralmente per De Bruyne che non ci pensa due volte e conclude, palla alta di poco. Al 6′ Belgio ad un passo dal gol: palla in mezzo per Lukaku che si gira e conclude, Kiraly salva in angolo. Al 10′ il Belgio la sblocca: grandissima palla in mezzo su punizione di De Bruyne, Alderweireld spunta dalle retrovie e di testa batte Kiraly, 0-1. Al 15′ Belgio vicino al secondo gol: Lukaku per De Bruyne che entra in area e calcia, Kiraly mette in angolo. Al 30′  ancora Belgio pericoloso: bella palla di Lukaku in mezzo per De Bruyne che di testa si gira bene, Kiraly riesce a bloccare. Al 35′ Belgio ancora ad un passo dal gol con una punizione terrificante di De Bruyne, forte e precisa, palla sulla traversa dopo la deviazione di Kiraly. Al 39′, al primo tentativo,  Ungheria vicinissima al pari con un bel tiro di Lovrencsics, palla forte e alta di pochissimo. Al 41′ ancora occasione Ungheria con un tiro velenoso di Dsudzsak, palla rasoterra e che per poco non beffa Courtois. Su capovolgimento di fronte Belgio ancora pericoloso: Hazard in mezzo per Mertens che tira al volo, Kiraly ancora una volta si salva.

Fuori Gera e dentro Elek nell’intervallo per l’Ungheria. Al 46′ Belgio ancora pericoloso: Hazard prende palla, rientra con il destro e tira in porta, Kiraly ancora una volta si supera e mette in angolo. Al 50′ Ungheria pericolosa con Szalai che si crea lo spazio per tirare, ma il suo esterno muore a lato. Al 54′ ancora Ungheria pericolosa: cross in mezzo per Szalai che di testa prova a mettere in porta ma c’è al deviazione di un difensore del Belgio e palla in angolo. Al 59′ si rivede il Belgio:  Lukaku fa la sponda in mezzo per Mertens che da posizione ravvicinata mette a lato. Al 68′ Ungheria ad un passo dal pari: Juhasz dal versante destro conclude con un bel diagonale che per poco non si infila in porta. Al 70′ dentro Carrasco per Mertens nel Belgio. Al 75′ fuori Pinter e dentro Nikolics nell’Ungheria e Batshuayi per Lukaku nel Belgio. Al 78′ raddoppia il Belgio: grandissimo assist di Hazard che fa quel che vuole, entra in area e mette in mezzo per Batshuayi che da due passi spinge in rete, 0-2. All’ 80′ arriva il tris con un meraviglioso gol di Hazard. Il centrocampista belga viene servito sulla sinistra, salta un uomo si accentra e mette alle spalle di Kiraly, 0-3. Proprio Hazard esce per fare posto a Fellaini. Nell’Ungheria  fuori Juhasz e dentro Bode. All’ 83′ Ungheria ad un passo dal gol: Szalai conclude in porta centralmente ma Courtois ci mette la mano e alza sopra la traversa. Al 91′ cala anche il poker il Belgio: assist di Nainggolan per Carrasco che entra in area e fredda Kiraly con un secco rasoterra, 0-4. Il Belgio vince con estrema facilità e lancia un chiaro messaggio al Galles e a tutte le pretendenti al titolo. Da incorniciare la prestazione di Hazard, autentico trascinatore dei suoi. Solo Kiraly da salvare invece nell’Ungheria.

Articoli correlati