Ferrero: “Ero sicuro che avremmo vinto”

massimo-ferreroGENOVA – “Non avrei mai pensato che avrei segnato la mia 100a rete in una partita così”. È stato questo il commento a caldo di Fabio Quagliarella, il bomber blucerchiato che siglato oggi questa rete significativa dal punto di vista statistico, ma soprattutto che ha consentito l’avvio di un’improbabile e inattesa reazione della Sampdoria capovolgendo a Marassi un risultato che sembrava ormai acquisito da parte del Sassuolo.

L’attaccante della Sampdoria è stato il vero eroe della partita insieme al compagno di reparto Muriel, autore di una doppietta, perché insieme alla sua rete numero 100 ha servito un assist favoloso al colombiano.

Anche capitan Regini, al termine della partita, ha voluto sottolineare la grande reazione della Sampdoria: “È stata una reazione da grande squadra. Non abbiamo mai sofferto ma purtroppo c’è stato qualche errore, uno dei quali è stato mio in occasione del primo gol. Poi abbiamo operato una rimonta eccezionale. Raramente ho vissuto minuti finali così intensi. Sul 1-2 abbiamo iniziato a crederci e il pareggio ci ha dato una spinta ancora maggiore. Siamo stati poi letteralmente trascinati dal nostro pubblico meraviglioso”

Al coro di soddisfazione si è unito anche il presidente Ferrero, col solito tono colorito ha dichiarato: “Vi posso dire una cosa? Ero sicuro che l’avremmo vinta anche dopo il loro secondo gol, e non ho sofferto alla loro segnatura. Quando hanno segnato mi sono girato verso Romei e gli ho detto: “Vedrai che vinciamo 3-2” e così è stato. È stata la divina giustizia della vita, perché meritavamo di vincerla. Meno male che ci sono queste cose nel calcio, che lo rendono vivo e spettacolare”.

Il massimo dirigente sampdoriano ha infine aggiunto: “Muriel? Vale moltissimo. Valeva moltissimo anche prima di oggi: è un giocatore che fa la differenza. Mi avete criticato per averlo preso. Se qualcuno busserà alla porta c’è una clausola che parla chiaro. Praet? Giampaolo sta rendendo i nostri giovani dei fuoriclasse”.