Finale Playoff Sampdoria-Varese 3-2: apre e chiude Gastaldello

66

Ritmi intensi fin dal fischio d’inizio al Ferraris di Genova per l’andata della finale play off di Serie B. Sono i padroni di casa della Samp a creare fin dai primi minuti i maggiori pericoli con Rispoli che arriva spesso sul fondo per mettere in mezzo cross importanti per i compagni, ma Renan prima e Munari poi non approfittano degli assist. La risposta del Varese non si fa comunque attendere con le punte che mettono pressione alla difesa blucerchiata, anche se non arrivano mai al tiro pericoloso. Da questo punto di vista è migliore la Samp che al 9° sfiorano il vantaggio con una punizione dal limite di Eder – sporcata da De Luca – che finisce di un soffio fuori. La grande pressione offensiva della Sampdoria da i suoi frutti al 20° quando Gastaldello stacca completamente solo in area su un angolo dalla sinistra e batte Bressan mettendo la palla nell’angolino basso della porta veresina. Gli ospiti non si abbattono e dopo una manciata di minuti ristabiliscono la parità: Neto Pereira con una giocata sublime serve Rivas sulla sinistra, l’argentino entra in area, si accentra e calcia di collo sul secondo palo. Palla che finisce sotto l’incrocio con Romero che nulla può fare per evitare il gol. La Sampdoria accusa il pari e si fa più contratta faticando a distendersi e giocare il calcio veloce e brillante dei primi minuti, solo Eder prova a scuotere la squadra con le sue accelerazioni, che però non creano problemi particolari alla difesa lombarda. Il Varese, trascinato da Neto Pereira e Rivas prende campo col passare dei minuti, sfiorando il raddoppio che però non arriva. Proprio allo scadere le due squadre hanno un’occasione a testa per chiudere in vantaggio, ma Costa e Foggia da una parte e Kurtic dall’altra non ne approfittano.

La Samp entra con un altro atteggiamento in campo e dopo meno di due minuti torna in vantaggio. Obiang lancia da prima della metà campo Pozzi, che approfitta di un intervento scomposto di Troest per presentarsi davanti a Bressan per batterlo con un preciso tocco di piatto. Anche questa volta il vantaggio non dura più di 10 minuti per la risposta veemente del Varese che al 55° sfonda a destra con Cacciatore che mette in mezzo per De Luca. L’attaccante lasciato colpevolmente solo dentro l’area piccola di piatto al volo mette alle spalle di Romero. Nonostante le tante energie sprecate le due squadre non accennano a calare il ritmo della gara, con il Varese che si fa preferire rispetto ad una Samp che – come nel primo tempo – accusa il gol del pari e non riesce a servire adeguatamente il centravanti Pozzi. La migliore occasione della ripresa capita suo piedi di Soriano, entrato nella ripresa, che calcia un rigore in movimento mandando altissimo sopra la traversa della porta di Bressan. Il Varese cerca di contenere la reazione dei padroni di casa e attaccare gli spazi in contropiede, ma fatica – sopratutto dopo l’uscita delle due punte titolari – a far male dalle parti di Romero. All’80° un altro calcio piazzato riporta in vantaggio la Sampdoria: è ancora Gastaldello a svettare più in alto di tutti in area per colpire con la nuca e mettere alle spalle di Bressan per la terza volta. La gara non regala ulteriori emozioni, con la Samp che cerca anche il poker e il Varese che invece cerca di tenere il risultato in vista della gara di ritorno all’Ossola.

Nella gara di ritorno entrambe le squadre dovranno rivedere qualcosa nella fase difensiva, dove questa sera si sono viste troppe crepe. La Samp, che potrà giocare per due risultati su tre, inoltre dovrà trovare il modo per assistere meglio Pozzi ed Eder, visto che né Foggia, né Juan Antonio sono riusciti ad accendere la luce in avanti. In mezzo al campo invece si cercherà di recuperare Obiang, vero e proprio motore della squadra. Il Varese a cui mancheranno Troest e Zecchin, dovrà invece sistemare la fase difensiva sui calci piazzati, visto che in stagione troppi gol sono arrivati da situazioni da calcio da fermo, come evidenziato dalla doppietta di Gastaldello questa sera. Da valutare inoltre le condizioni di Terlizzi in difesa e delle due punte Neto e De Luca, pedine fondamentali per andare alla ricerca della vittoria che vorrebbe dire Serie A.

TABELLINO:

SAMPDORIA-VARESE 3-2

Sampdoria (4-3-1-2): Romero; Rispoli, Gastaldello, Rossini, Costa; Munari (59′ Soriano), Obiang (76′ Pellè), Renan; Foggia (61′ Juan Antonio); Eder, Pozzi. A disp: Da Costa, Volta, Laczko, Semioli. All. Iachini

Varese (4-4-2): Bressan; Cacciatore, Camisa, Troest, Grillo; Zecchin, Corti, Kurtic, Rivas (71′ Nadarevic); Neto Pereira (68′ Martinetti), De Luca (78′ Damonte). A disp: Moreau, Pucini, Granoche, Filipe Gomes. All. Maran

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Reti: 21′ Gastaldello (S), 25′ Rivas (V), 47′ Pozzi (S), 56′ De Luca (V), 81′ Gastaldello (S)

Ammoniti: Eder (S), Troest (V), Camisa (V), Kurtic (V), Costa (S), Zecchin (V)

[Tommaso Maschio – Fonte: www.tuttomercatoweb.com]

Articoli correlati