Fiorentina, Bolatti e River ai ferri corti: entro domani la decisione

La proroga al mercato chiesta dal River alla Federcalcio argentina (AFA) per tesserare Mario Ariel Bolatti scade domani (giusto ricordare che in Argentina sono cinque ore indietro rispetto a noi). La situazione pare essersi cristallizzata ed i problemi riguardano soprattutto l’accordo tra il centrocampista ed il club di Buenos Aires. Daniel Passarella, presidente del club, ha detto: “Abbiamo ancora tempo, staremo a vedere”. Intanto però il quotidiano Clarin scrive oggi che Bolatti ha mandato un sms ad uno dei suoi agenti, Marcelo Simonian: “Se il River non mi dà i soldi che voglio, non mi muovo”.

Bolatti guadagna circa 900mila euro a Firenze e sarebbe pronto a decurtarsi 100mila euro dal suo stipendio pur di vestire la maglia del River, ma l’offerta della società argentina è al momento ferma a un triennale così diviso: 550mila dollari (420mila euro circa) il primo anno, 600mila dollari (465mila euro circa) il secondo e 650mila dollari (poco più di 500mila euro) il terzo. Soldi a cui vanno aggiunti una serie di bonus che Bolatti riscuoterebbe in base a determinati obiettivi centrati. La distanza è notevole e il Clarin pubblica le dichiarazioni di un alto dirigente del River: “Se Bolatti vuole continuare a fare la panca a Firenze, resti pure dov’è. Gli abbiamo offerto un contratto a cifre superiori rispetto a quelle che guadagna Ortega”, El Burrito autentica icona del club.

[Alessio Crociani – Fonte: www.violanews.com]