Fiorentina-Bologna 2-0: la voce dei protagonisti

MIHAJLOVIC: “Il 2-0 era un risultato pericoloso e non mi faceva stare tranquillo. Abbiamo concretizzato poco rispetto alle tante occasioni create, la squadra si è espressa bene e ha gestito bene la palla, si vede che abbiamo un’identità e anche l’atteggiamento è stato positivo. Sono contento della prestazione ma non contento per le tante palle-gol sprecate, si rischia poi di prendere un gol e riaprire la partita come successo spesso l’anno scorso. Gilardino, Montolivo e Jovetic? Sono grandi giocatori che fanno contento un allenatore, hanno fatto una grande partita. Con Stevan l’ho detto che ci vorrà un po’ di tempo per ritrovarlo al meglio, ma già ha fatto vedere cose buone. Va aspettato, deve rimanere tranquillo e fare quello che gli dico. Le azioni di Diamanti? Abbiamo cercato di limitarlo con i raddoppi di Lazzari, poi bisogna dare anche a lui i meriti, anche se a parte la punizione non ha fatto molto. Voglio ringraziare i nostri tifosi, sono venuti in tanti e ci hanno sostenuto, è importante stare uniti e con il loro aiuto diventa tutto più facile. Non ho mai avuto dubbi che la società avrebbe fatto una squadra di valore e così è stato, se i tifosi ci hanno criticato è stata anche colpa nostra perchè l’anno scorso non sempre abbiamo giocato con lo spirito giusto, colpa anche mia. Quando vedono che ti impegni e che dai tutto per la maglia i tifosi ci sostengono.

Ho detto ai miei ragazzi che quest’anno se c’è una cosa che non possiamo mai sbagliare è l’atteggiamento: voglio vedere sempre una squadra aggressiva, che lotta su ogni pallone senza mollare mai niente. Oggi lo abbiamo fatto e il pubblico lo ha capito. L’anno scorso qualche volta siamo scesi in campo mosci e i tifosi ci hanno fischiato. Adesso abbiamo una squadra più competitiva, ho 15-16 titolari quindi tutti sanno che se mollano c’è un altro di pari valore che può giocare al suo posto, cosa che l’anno scorso non c’era. Sono contento della prestazione di oggi, l’unico neo sono le tante occasioni sprecate. Abbiamo fatto tre cambi tutti per motivi di crampi. Nastasic ha fatto bene, ha mostrato personalità e ha anche un bel piede, diventerà un grande giocatore ma va fatto crescere piano piano. Tiri da fuori? Si provano spesso anche in allenamento, lo chiedo ai miei ragazzi. Montolivo? Gli ho fatto i complimenti come a tutti gli altri. La tribuna di Ljajic? E’ stata una scelta tecnica, ho portato Romulo come soluzione per l’esterno offensivo, non c’è nessuna strategia o voglia di stimolarlo, anzi l’ho visto bene in allenamento. Una dedica per la vittoria? Alla società e al nostro presidente che ha costruito una squadra competitiva e ci ha messo a disposizione un nuovo centro sportivo. E poi ai tifosi che ci hanno sostenuto alla grande. Soltanto rimanendo tutti uniti possiamo fare grandi cose, da parte nostra serve l’atteggiamento giusto che a volte era mancato l’anno scorso. Se la gente vede questo, torna l’entusiasmo: dipende tutto da noi. Adesso, con una rosa così ampia, non abbiamo più scuse. Gilardino? Come ho sempre detto, si è allenato bene fin dal ritiro, e sul campo ha fatto quello che mi aspettavo, il gol”.

GILARDINO: “C’era un caldo improponibile, giocare queste prime partite alle 3 è quasi impossibile, poi magari a dicembre si gioca alle 8,30… E’ stata una vittoria importante che ci dà fiducia, ci tenevamo a cominciare bene il campionato. Sono contento del mio gol, importante per me, per la squadra e per la gente. Come sempre do merito anche ai miei compagni che mi danno una grande mano, come io cerco di aiutare loro. I dvd del mister? E’ un nuovo esperimento, Sinisa ci ha dato un dvd con le giocate di grandi campioni, c’è sempre da imparare e io ho studiato Rooney, anche se credo di essere diverso da lui per caratteristiche. Le polemiche di mercato? Ieri ho parlato con Andrea Della Valle, c’è stato un discorso con lui. Ci sono stati questi 2-3 mesi non facili per una serie di cose, io adesso penso solo a giocare poi da qui a dicembre vedremo se ci sarà la possibilità di metterci a parlare di un possibile rinnovo. Non voglio dire che mi è stato proposto un rinnovo, vedremo”.

CERCI: “Sono molto contento della prestazione mia e della squadra, abbiamo avuto tante occasioni ed espresso un buon gioco. Il risultato poteva essere anche più ampio, nel complesso è andata bene. L’atteggiamento era quello che ci aveva chiesto il mister, siamo stati corti e compatti, poi la qualità c’è e si è visto. Le parole di stima di Mancini? Lo ringrazio, fanno sempre piacere. Ho ritrovato la serenità che mi mancava da tempo. Dopo la partita di Cagliari le cose sembravano andare diversamente. Ho passato un brutto periodo, con la gente che mi diceva delle cose anche fuori dal campo, ma ora sono contento. E’ difficile conquistare il pubblico di Firenze. Ora ho capito che il lavoro quotidiano in allenamento è fondamentale. La nazionale? Devo pensare prima a fare bene con la Fiorentina. Il City? Sono stato molto vicino al trasferimento”.

PASQUAL: “Una vittoria molto importante, bello vedere la squadra compatta molto più che all’inizio dello scorso anno. Speriamo di continuare così. Ho provato amarezza a vedere i tifosi che contestavano durante il mercato, ma ora hanno capito che devono starci vicini: Montolivo? Spero che resti, ha dato tutto anche senza contratto, altri non l’avrebbero fatto. Jovetic? L’ho visto bene, peccato non abbia fatto gol, gli sarebbe servito. Oggi non c’erano le condizioni meteo ideali per giocare. Sono contento della prestazione della squadra. Abbiamo fatto una buona partita. Anche il Bologna ci ha aiutati concedendoci molti spazi. La mia prestazione? Buona, grazie anche all’aiuto dei miei compagni che mi hanno permesso di spingere senza badare troppo ai compiti di copertura”.

MENCUCCI: “Una Fiorentina che vince e convince. Quello che voglio sottolineare però è il grande tifo visto oggi. Una curva unita che ha il merito di aver contribuito alla vittoria di oggi. Solo uniti possiamo vincere, quindi bene così. Abbiamo fatto il massimo per rinforzare questa Fiorentina. Tutti si stanno impegnando, ed i tifosi l’hanno visto. Teniamo aperta la campagna abbonamenti perché è il tifo la nostra energia. Per ora gli abbonamenti non sono stati tanti, ma vedremo in questa settimana. In ogni caso oggi sono stati venduti tanti biglietti oggi, soprattutto in curva Fiesole. Montolivo? Spero sia un caso destinato a chiudersi. Vorremmo arrivare a domenica prossima con la problematica Montolivo risolta. Andrea Della Valle ha dato ampie garanzie al ragazzo, e il fatto che con lui abbia parlato il Presidente è significativo, e lui l’ha capito. Vogliamo chiudere tutte le polemiche dell’estate, compresa quella nata con lui. L’esordio di Nastasic è stato positivo. Il ragazzo ha buona prestanza e sicurezza. La squadra ha giocato bene: palla a terra e ottimi scambi. Jovetic ha una voglia matta di segnare. Pasqual ha fatto molti cross oggi, buona prestazione”.

COGNIGNI: “Tutta la squadra ha giocato all’altezza e spero che Montolivo possa pensare al meglio per decidere. Grazie ai tifosi che dopo le polemiche ci hanno sostenuto alla grande. Montolivo e Gilardino sono due casi che sono chiusi adesso aspettiamo le decisioni. Su Mihajlovic non ho mai avuto dubbi, l ‘ho visto lavorare alla grande e oggi si e’ visto. il contratto di Montolivo? Vogliamo un contratto di un giocatore che dimostri attaccamento alla squadra”.

[Simone Bargellini –