Fiorentina-Genoa 1-0: la voce dei protagonisti

230 0

FIORENTINA

MIHAJLOVIC: “Attorno alla squadra c’è poca serenità e molto scetticismo, ma i ragazzi hanno dimostrato di essere un grupo unito e con un’idea di gioco. In classifica siamo a soli due punti dal’Europa. Abbiamo avuto delle assenze importanti in questo inizio di campionato, ma nonostante questo, abbiamo sempre giocato bene esclusa la partita contro l’Udinese e il primo tempo contro la Juventus. Siamo stati sfortunati fino ad ora, e potevamo avere qualche punto in più in classifica. L’importante è avere fiducia e andare avanti così. Il Genoa in questo momento sta bene, quindi è normale rischiare un po’ come è successo nel finale di gara. Per 60-70 minuti abbiamo controllato la partita, colpendo anche una traversa con Gamberini. Alla fine del primo tempo ho tenuto la testa alta quando sono uscito tra i fischi della curva. Non abbasso lo sguardo facilmente. Mi dispiace per i ragazzi perché sono rimasti tutti male per i fischi arrivati nonostante la vittoria, ma è diritto del tifoso farlo dal momento che paga per assistere alla gara. Il gol fantasma di Gamberini? Non commento le decisioni arbitrali. Anche loro fanno il loro lavoro e gli errori ci stanno. Se i tifosi devono fischiare qualcuno e meglio che questo sia io. Oggi abbiamo fatto una grande gara, soprattutto nel primo tempo.

Nonostante la poca serenità e lo scetticismo attorno alla squadra, il gruppo ha dimostrato di essere unito e di essere capace di arrivare ai risultati attraverso il gioco. Abbiamo solo due punti di distacco dall’Europa, che è il nostro obiettivo. L’inizio di stagione è stato un po’ condizionato anche da qualche infortunio, e non tutti i nostri giocatori più importanti sono al top della condizione. Oggi i quattro nuovi acquisti schierati dall’inizio hanno dimostrato di meritare la maglia viola. Durante la partita abbiamo creato molto contro una squadra che sta attraversando un buon periodo di forma. La vittoria di oggi è molto importante per la classifica ed il morale. I giocatori sono rimasti dispiaciuti per i fischi a fine gara perché hanno dato tutto sul campo. Non è facile lavorare in questa situazione; anche se i fischi fossero stati tutti per me, il giocatore subiscono la cosa consciamente o inconsciamente. Durante la settimana abbiamo provato il 4-4-2, ma non me la sono sentita di rischiare un modulo nuovo in una partita decisiva come questa, quindi ho puntato sul 4-3-3, sul quale lavoriamo dall’anno scorso. Ieri ho visto Andrea Della Valle e sicuramente lo sentirò anche stasera. I risultati sicuramente danno fiducia, ma io resto sereno a prescindere. Domenica abbiamo una partita difficile perché il Chievo avrà voglia di riscatto dopo aver perso anche oggi. Cerci? E’ sceso di condizione. Ho preferito puntare su Romulo che mi garantiva anche più copertura difensiva. Romulo oggi ha fatto bene come il resto della squadra”.

LAZZARI: “Ci voleva la vittoria di oggi. Si è visto tutto il carattere della squadra e abbiamo meritato i tre punti. Noi siamo con l’allenatore, l’avevamo detto anche durante la settimana. Dobbiamo restare uniti e continuare così per superare questo piccolo periodo buio. All’intervallo Mihajlovic non ha commentato i cori su di lui, ci ha solo detto di continuare così”.

“Oggi abbiamo portato i tre punti a casa grazie alla prestazione e al carattere. Personalmente sono felicissimo per il gol. Abbiamo fatto una buona prestazione. Nel primo tempo il Genoa non ha fatto niente, c’eravamo solo noi in campo”.

ROMULO: “Sono contentissimo della mia prestazione,  mi aspetto di giocare sempre così e soprattutto di raggiungere la vittoria in tutte le partite, che è la cosa più importante. Gioco dove l’allenatore mi chiede di giocare, per me non ci sono problemi. Negli spogliatoi Mihajlovic mi ha detto di giocare sempre così  con la testa libera e di fare un buon lavoro”.

MENCUCCI: “Sono i tre punti che tanto volevamo la cosa più positiva di oggi. I giocatori hanno dimostrato di stare dalla parte del mister fornendo una buona prestazione per almeno un’ora. Siamo contenti e continuiamo così. Problemi con Mihajlovic? Sono dispiaciuto per ciò che è avvenuto sugli spalti nei confronti dell’allenatore; l’area tecnica ne risente se viene eccessivamente contestata: non è possibile lavorare sempre con la ”spada di Dàmocle” sopra la testa. Non è giusto contestare i giocatori ed il tecnico anche dopo una vittoria. Dobbiamo ritrovare continuità. Il non gioco? Lo abbiamo detto anche noi in passato che non ci piace il ”non gioco” ma anche il Genoa oggi non ha giocato bene; solo se i ragazzi lavoreranno molto potremo trovare un bel gioco, dobbiamo aspettare a far lavorare bene squadra e tecnico. Dovevamo riscattarci soprattutto per quei tifosi che erano giunti a Torini ed avevano assisito a quella partita. Dobbiamo essere uniti; spesso dobbiamo ingoiare un boccone amaro ma dobbiamo raggiungere un obiettivo comune. Ho sentito sia Andrea Della Valle che Cognigni e gli ho spiegato la situazione ambientale: entrambi erano dispiaciuti e comprendevano le reazioni dei tifosi ma sanno che dobbiamo stare uniti e lottare insieme. Kharja? Negli spogliatoi si è scusato davanti a tutti per la sua prestazione a Torino e si è assunto le sue responsabilità. Ha dei problemi familiari e dobbiamo dargli una mano; oggi ha giocato bene. Il cambio di tecnico? Non abbiamo avuto nessuno contatto con altri allenatori: nel calcio non si possono fare affermazioni precise per cui non posso affermare permanenze o addii; i risultati contano, è vero, ma dobbiamo lavorare con tranquillità”.


GENOA

Alberto Malesani : “Abbiamo sofferto la prima mezz’ora, quando abbiamo contenuto bene ma senza graffiare. Quando abbiamo avuto l’occasione di andare in vantaggio con Palacio, è arrivato il gol della Fiorentina in contropiede. Poi per il resto della partita abbiamo attaccato solo noi. Oggi abbiamo fatto la solita gara di domenica scorsa contro la Roma, ma dovevamo prendere la partita in maniera diversa. Abbiamo pagato un errore difensivo, ma ripeto che per il resto della gara abbiamo dominato. La Fiorentina ha giocato bene e non ha rubato nulla, ma il pari sarebbe stato il risultato più giusto.
Non ho visto la Fiorentina spaventata ma anzi molto unita col suo allenatore, ha giocato anche per lui. E’ una squadra forte che recuperando può ambire ad un campionato importante. Abbiamo fatto fatica soprattutto per merito dell’avversario, poi ho provato a spostare qualche pedina per alzare il baricentro e subito abbiamo avuto la chance con Palacio ma per assurdo andando più avanti abbiamo preso il gol in contropiede. Sarebbe stato meglio essere più brutti e non concedere quella rete. Nel secondo tempo abbiamo avuto una netta supremazia territoriale ma non l’abbiamo buttata dentro. Non ho rimpianti, rifarei le stesse scelte e credo la squadra abbia fatto quello che doveva: dovevamo solo sfruttare meglio le occasioni”.

Dainelli: “Siamo partiti male e sotto tono, poi nella ripresa potevamo anche pareggiare osando di più. E’ stato un errore fatar aver preso gol alla fine del primo tempo. Frey ha fatto solo una parata, ma bella e importante, alla fine non hanno avuto molte occasioni. E’ stata un’emozione tornare al Franchi soprattutto prima del fischio d’inizio, ho passato tanto anni belli qua e ho ritrovato compagni e amici. I tifosi contro Sinisa? Io sono stato fortunato perché quando ero alla Fiorentina non abbiamo mai avuto problemi seri con il mister. Ne uscirà con il gioco, con i risultati, si sa che la piazza di Firenze è difficile. Prima ho parlato con i ragazzi della Fiorentina e loro sono tranquillissimi, uniti a sostenere l’allenatore. sentono la pressione dell’ambiente, ma sono compatti a difendere Sinisa”.

Pratto: “Avevamo preparato la partita al meglio durante la settimana, poi il gol di Lazzari ha cambiato le carte in tavola. Nel secondo tempo siamo andati meglio, siamo stati molto più pericolosi, abbiamo avuto qualche occasione in più di pareggiare la partita. io sono entrato con il compito di dare una scossa alla prtita e spero di esserci riuscito. Facciamo risultati solo con le squadre forti? Non credo sia questione di stimoli, oggi per esempio ci abbiamo provato in tutti i modi contro una squadra come la Fiorentina. Ci rifaremo domenica prossima”.

[Redazione Viola News – Fonte: www.violanews.com]