Francesco Guidolin: “L’obiettivo è rimanere nella colonna di sinistra”

L’Udinese prosegue nella sua marcia. Un mese di ottobre a dir poco magico quello dei bianconeri, iniziato il 2 ottobre con il Cesena e chiusosi oggi a Bari. Cinque incontri (contando anche il match di Coppa Italia con il Padova) cinque vittorie, dieci gol fatti, uno subito: “Oggi abbiamo giocato con personalità e voglia di fare – commenta il tecnico bianconero nella sala stampa del “San nicola” -. In campo stiamo facendo vedere le nostre doti migliori: un gioco di qualità condito da attenzione e applicazione. Da tanto tempo l’Udinese non vinceva due gare consecutive lontano dal “Friuli” e ora ci siamo riusciti con pieno merito. Questo è il dato più positivo, è sempre bello vincere fuori casa”.

Il treno di quelle che stavano davanti è stato preso e superato in meno di trenta giorni: “Ora ci conosciamo meglio e anche i giocatori reduci da Mondiale hanno smaltito la preparazione fatta in ritardo. Ho scelto la coppia di attaccanti veloci davanti perché volevo vedere i loro guizzi e le rapide ripartente. Un pensiero va a Samir, che ha parato un penalty decisivo per il risultato finale. Spesso nel calcio gli episodi sono fondamentali, come abbiamo provato sulla nostra pelle a Bologna”.

Dopo la gara con il Palermo un’altra prova maestosa del “Nino Mavailla” Sanchez: “E’ un giocatore generosissimo con doti incredibili, ma non lo scopriamo certo ora. Ha soltanto bisogno di maturare un po’ dal punto di vista caratteriale, ma il futuro è suo”.

Il centrocampista cileno Mauricio Isla ha siglato la rete che ha chiuso i giochi al “San Nicola”: “In quella posizione può essere devastante. Il gol è stato bellissimo e frutto di un’azione altrettanto bella. La prestazione di oggi gli garantisce una gran iniezione di fiducia”.

Con 13 punti l’Udinese è arrivata nella colonnina di sinistra della classifica: “Il nostro obiettivo? Restare nella parte sinistra della classifica il più a lungo possibile perché vuol dire stare lontano dai guai. Siamo una squadra operaia, ma con tanta qualità. Se riusciamo a trovare il giusto mix tra le due cose possiamo davvero divertirci e toglierci grandi soddisfazioni”.