Genoa-Sampdoria 0-2, il tabellino: risultato finale e cronaca

497

Genoa-Sampdoria 0-2, il tabellino: risultato e cronaca finaleTabellino di Genoa-Sampdoria. 0-2 il risultato finale, decidono le rete del primo tempo di Ramirez e nel secondo di Quagliarella. La cronaca

GENOVA – Un gol per tempo e la Sampdoria si aggiudica il derby contro il Genoa. Un tocco sotto misura di Ramirez sblocca il match 24′: lancio lungo con sponda aerea di Zapata per il compagno bravo a resistere alla marcatura di Zukanovic e a battere Perin in uscita. Gara molto combattuta con i ragazzi di Giampaolo che hanno interpretato meglio la partita con fraseggi apprezzabili e un gran lavoro di Zapata e Quagliarella a portare avanti i suoi e a creare spazi. Di contro la squadra di Juric si è affidata ad alcune invenzioni di Taarabt e ha pagato a caro prezzo un paio di palle gol fallite sotto porta da Lapadula. Sfortunata nell’occasione della traversa di Rosi.

Nella ripresa squadre più allungate e azioni gol per la Samp che rischia il raddoppio con Barreto e soprattutto con Quagliarella su errore della difesa, oggi tutt’altro che impeccabile con alcuni momenti di amnesia pagati a caro prezzo. Come quello al 39′ in occasione del raddoppio di Quagliarella che chiude i giochi. Anche in questa occasione c’è lo zampino di Zapata, oggi uno dei migliori in campo. Ma quello che spaventa maggiormente Juric è probabilmente una scarsa propensione al gol da parte dei suoi. Lapadula poco preciso e Rigoni chiamato a fare l’attaccante aggiunto con alcuni suoi inserimenti. Troppo poco per spaventare Viviano, oggi quasi inoperoso e attento nell’occasione di Veloso dal limite.

Genoa-Sampdoria 0-2, il tabellino: risultato finale e cronaca

TABELLINO:

GENOA (4-3-3): Perin, Izzo, Rossettini, Rosi (dall’8′ st Lazovic dal 40′ st Pellegri)), Zukanovic, Veloso, Omeonga, Laxalt, Rigoni (dal 22′ st Pandev), Taraabt, Lapadula. A disposizione: Lamanna, Biraschi, Gentiletti, Migliore, Brlek, Ricci, Palladino, Galabinov. Allenatore: Juric.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano, Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic, Praet (dal 32′ st Alvarez), Torreira, Linetty, Ramirez (dal 15′ st Barreto), Quagliarella, Zapata (dal 42′ st Caprari). A disposizione: Puggioni, Tozzo, Andersen, Sala, Regini, Verre, Capezzi, Murru, Kownacki. Allenatore: Giampaolo

Reti: al 24′ pt Ramirez, al 39′ st Quagliarella

Ammonizioni: Bereszynski, Lapadula, Ferrari, Veloso, Rossettini, Taarabt

Recupero: 1 minuto nel primo tempo

Presentazione di Genoa-Sampdoria

Sabato 4 novembre, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, si gioca Genoa-Sampdoria, derby della Lanterna numero 115, valido come anticipo della settima giornata del campionato di Serie A. Fischio di inizio previsto per le ore 20.45. Le due squadre si presentano all’appuntamento più sentito in tutto il capoluogo ligure con stati d’animo diametralmente opposti. Il Genoa, dopo la sconfitta rimediata sul campo della Spal, la settima su undici partite disputate, ha bisogno di punti per sollevare una situazione critica, con un penultimo posto in classifica, un allenatore a rischio esonero e una squadra spesso senza personalità.

Senza tralasciare le questioni societarie, tra partnership e possibili acquirenti. Di fronte trova la Sampdoria allenata di Giampaolo, una delle rivelazioni di questa prima parte di campionato, che arriva euforica dopo il 4-1 rifilato al Chievo e che in classifica vanta una sesta posizione con venti punti, ma con una partita ancora da recuperare. La gara è stata affidata al signor Irrati della sezione di Pistoia. Dobosz e Marrazzo saranno gli assistenti, con Giacomelli come quarto uomo. I responsabili del Var saranno Rocchi e Pinzani.

Sono 68 i precedenti tra le due compagini nella massima categoria, con 17 successi del Grifone 25 pareggi eaffermazioni dei blucerchiati. Sono, invece, 16 i precedenti in Serie B, con cinque successi a testa e sei pareggi. In Coppa Italia le due squadre si sono incrociate 5 volte, con una vittoria del Genoa, due pareggi e un successo della Samp. L’ultimo derby risale allo scorso 11 marzo quando vinse la squadra di Giampaolo grazie al gol messo a segno da Muriel.

Previsti a Marassi 33.000 spettatori. I quotisti non si sbilanciano, perchè un derby ha sempre una storia a sè, anche se c’è una leggera pendenza in favore dei blucerchiati.

QUI GENOA

Juric, se vuole conservare il proprio posto in panchina, non può sbagliare. Tanti sono i nomi che già circolano come suoi possibili successori -Iachini, Oddo, Colantuono, Mazzarri, Reja- ma tutto dipende dal risultato nella Stracittadina. Per l’occasione il tecnico croato recupera Veloso, che pare avere smaltito il problema muscolare al polpaccio che lo ha tenuto fuori a Ferrara, mentre deve ancora rinunciare a Spolli e Cofie. Nelle ultime ore sarà chiamato a sciogliere i dubbi tra Rosi e Lazovic e in attacco tra Lapadula e Galabinov. Al momento sembrerebbero preferiti i due i cui nomi sono indicati per primi nei ballottaggi.

Possibile conferma del modulo 3-4-2-1. Quindi, Perin tra i pali e difesa a tre composta da Izzo, Rossettini e Zukanovic. A centrocampo Rosi e Laxalt sulle corsie esterne, in cabina di regia Miguel Veloso affiancato da Bertolacci. Per quanto concerne il reparto avanzato, spazio a Rigoni e a Taarabt a sostegno dell’unica punta Lapadula.

QUI SAMPDORIA

Giampaolo vuole la terza vittoria su altrettanti derby vissuti da allenatore della Sampdoria. Infermeria vuota. Per lui soltanto i soliti dubbi di formazione:  Ferrari o Regini in difesa, Linetty o Barreto a centrocampo  e Ramirez o Caprari sulla trequarti. Probabile il modulo 4-3-1-2 classico. Quindi in porta il ritrovato Viviano e reparto arretrato composto dalla coppia centrale Silvestre-Ferrari e da Sala e Strinic sulle fasce. In mezzo al capo il trio composto da Linetty, Torreira e Praet. Caprari come trequartista dietro la coppia Quagliarella – Zapata.

Le probabili formazioni

GENOA (3-4-2-1): Perin; Izzo, Rossettini, Zukanovic, Rosi, Bertolacci; Miguel Veloso; Laxalt; Rigoni; Taarabt; Lapadula. A disposizione: Lamanna, Biraschi; Gentiletti; Migliore; L., Lazovic; Brlek; Omeonga; Palladino, Galabinov, Ricci, Pellegri, Pandev. Allenatore: Ivan Juric

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano, Sala, Silvestre, Ferrari G, Strinic, Linetty, Torreira, Praet, Caprari, Quagliarella, Zapata D.  A disposizione: Puggioni, Tozzo, Regini, Bereszynski, Murru, G., Alvarez R., Barreto, Ramirez, Capezzi, Verre, Kownacki.  Allenatore: Marco Giampaolo.

Arbitro: Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia

Assistenti: Dobosz – Marrazzo

Quarto Uomo: Giacomelli

Var: Rocchi

Avar: Pinzani

Stadio: Luigi Ferraris di Genova

Articoli correlati