Guidolin: “Attenzione al Palermo”

Alla vigilia dell’anticipo delle 18.00 contro il Palermo di Gian Piero Gasperini, mister Francesco Guidolin ha parlato delle difficoltà del match contro i rosanero e fatto il punto sullo stato di forma della squadra.

Le due vittorie consecutive con Cagliari e Sampdoria hanno rivitalizzato tutto l’ambiente bianconero e adesso la squadra ha tanta voglia di confermarsi anche con il Palermo di Gian Piero Gasperini. Alla vigilia del delicato match di domani pomeriggio, mister Francesco Guidolin, nel corso della consueta conferenza stampa pre partita, ha parlato del suo trascorso in rosanero e fatto il punto sullo stato di forma dei suoi ragazzi.

Quella di domani è una partita particolare per l’improntante trascorso al Palermo. Pensa ancora, come disse nel 2005, che il suo Palermo è stata la provinciale che ha fatto meglio negli ultimi anni?

“A Palermo ho vissuto bene sia dal punto di vista professionale che da quello umano. Riguardo le mie dichiarazioni, ho detto che è la squadra che ha fatto il balzo più alto perché per 32 anni non aveva visto la Serie A. Prima aveva fatto solo Serie B e C e dopo il primo anno di A si è ritrovata subito in Europa”.

La gestione Zamparini di questi anni è sicuramente positiva, ma da due stagioni non è più un Palermo brillante. Quali sono le motivazioni secondo lei?

“Non lo so, sono concentrato sulla partita di domani, questa è storia. La squadra è sempre stata buona e i meriti di Zamparini sono enormi. Io penso che il Palermo ha giocato molto bene le ultime due partite con Inter e Juventus, per cui noi domani dovremo essere molto attenti e concentrati. Troviamo una squadra assolutamente viva, adesso è questo che mi interessa”.

Finalmente l’emergenza infortunati è finita, sta vivendo una vigilia più tranquilla?

“La tranquillità per una squadra di calcio, in generale, non è una buona compagna di viaggio. Indubbiamente, dal punto di vista del recupero di alcuni ragazzi che sono stati fuori, adesso stiamo meglio rispetto a qualche giorno fa”.

In settimana ha lavorato per tenere alta la tensione?

“Ho cercato di stimolare i ragazzi, sappiamo che dobbiamo avere la massima concentrazione e che ancora non abbiamo fatto assolutamente niente. Occorre avere lo spirito della squadra che vuole salvarsi, avere fame di risultati. I pericoli sono tantissimi e noi dobbiamo essere pronti e preparati”.

Il Palermo fa tanta fatica fuori casa, è una casualità o ci sono motivi particolari?

“Non è compito mio saperlo, penso che il Palermo ha sempre giocato le partite e purtroppo sono dell’avviso che sia una casualità. Ha avuto le occasioni per aggiungere risultati alle prestazioni, quindi dobbiamo tenere gli occhi aperti”.

Dopo l’ottima prestazione con la Sampdoria, Pereyra è il maggior indiziato per giocare alle spalle di Di Natale?

“Vedremo, lui è un ragazzo capace di giocare in più ruoli: da esterno o mezz’ala, da trequartista o punta esterna. A Genova ha fatto indubbiamente molto bene, questo è fuori discussione”.

È soddisfatto dalle prestazioni di Angella ed Heurtaux?

“Sono due ragazzi che stanno crescendo e che hanno la fiducia mia e del club. Si sono meritati la possibilità di giocare ed essere riconfermati, ben venga avere più soluzioni in un reparto. Se hanno fatto bene è anche grazie allo spirito di squadra visto nelle ultime gare. È tutto un po’ meno difficile quando questo spirito anima la squadra”.

Con tutti i giocatori a disposizione, pensa di poter recuperare punti in chiave europea?

“Andiamo di passo in passo che forse è la cosa migliore. In base alla mia esperienza, non credo né di volare basso né di essere troppo prudente. Dobbiamo guardare di avversario in avversario e pensare alle partita di domani”.

Quando potremo rivedere Muriel in campo?

“Non mi piace sbilanciarmi, ma penso molto presto. Ho parlato con lui lunedì mentre la squadra si stava scaldando e gli ho detto di tenersi pronto e concentrato perché poteva entrare già con la Sampdoria. Sta bene, ha tanta voglia di esserci e ha lavorato bene in questo lungo periodo. È giovane e se gli capita di fare anche solo un pezzo di partita penso possa farlo bene”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]