Guidolin: “Ci aspetta un avversario durissimo”

È l’ultimo sforzo di una stagione che potrebbe essere davvero fantastica quello che attende, domani pomeriggio, l’Udinese in casa con il Milan.

A caccia di un sogno chiamato Champions League, la truppa bianconera attende i Campioni d’Italia di Massimiliano Allegri con la consapevolezza – usando una metafora ciclistica tanto cara a Francesco Guidolin – di dover scalare lo Zoncolan per tagliare il traguardo.

“E’ da un paio di settimane, ormai, che diciamo come il nostro campionato si deciderà al fotofinish – ha spiegato il tecnico di Castelfranco Veneto -. E sarà così. Ci attende un avversario durissimo, che ha meritatamente vinto lo Scudetto e che ha in rosa talenti tali da risolvere le partite e farti male in qualsiasi momento. Vantaggi? Non ne vedo. Noi ci fidiamo della nostra condizione, dello stato di forma che possediamo e del modo di giocare con cui ci siamo imposti in tante partite. La tensione, è normale, che cresca, soprattutto dentro di me, ma non dobbiamo farci distrarre da nulla. Siamo ad un passo dal sogno e anche se sarà difficilissimo vogliamo concretizzarlo: o domani o mai più”.

Da Roma, sponda laziale, si sentono tante voci sulla gara del “Friuli”, ma Guidolin non le ascolta. “Io starei zitto e penserei alla mia partita – ha detto Guidolin – cercando di concentrarmi su quello che posso controllare, decidere e sui particolari in cui posso incidere. Il resto è aria fritta. E di parole, in questo mondo, ne abbiamo sentite, e continuiamo a sentirne, davvero tante. Io penso alla mia squadra e ai miei ragazzi dico che contro il Milan servirà la gara perfetta. E gettare in campo anche qualcosa in più di tutto quello, ed è stato comunque tanto, che abbiamo dato fino a questo momento. Stagione comunque positiva? Non faccio, oggi, questo tipo di ragionamenti”.

Il “Friuli” in ogni caso è vestito a lustro per l’occasione con il catino friulano che è praticamente sold out. “E’ bello, davvero molto bello – ha concluso il trainer bianconero -. L’entusiasmo della gente si percepisce, è contagioso e ci dà una carica in più. Il rapporto che si è creato tra squadra è tifoseria è qualcosa di unico e, da parte nostra, vogliamo riuscire a regalare ai nostri sostenitori qualcosa di storico e meraviglioso”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]