Guidolin: “Errori pagati a carissimo prezzo”

logo-udineseNon è cominciato nel migliore dei modi il 2014 bianconero. La formazione di mister Guidolin è stata sopraffatta tra le mura amiche dall’Hellas Verona coriacea e abile a sfruttare alcune ingenuità dei friulani nei momenti topici del derby del Triveneto. “Abbiamo pagato pochi errori a carissimo prezzo – commenta il tecnico Francesco Guidolin -, trascorrendo tutto il pomeriggio a inseguire i gialloblù. Nel nostro momento migliore, dopo che avevamo trovato la forza di reagire e dimezzare lo svantaggio, abbiamo subito il terzo gol. Speravamo in un altro risultato ovviamente, ma la rete di Iturbe ha reso la scalata impossibile”.

L’Udinese paga una soglia di attenzione troppo bassa?

“La squadra ci ha provato fino alla fine ma abbiamo fatto troppi regali. Dobbiamo ritrovare la solidità che ci ha portato in alto negli anni scorsi. Quest’anno occorre la massima concentrazione”.

Il cambio di Domizzi è stato esclusivamente di natura tattica?

“Il difensore è stato sostituito perché volevo maggior spinta sulla fascia destra con Basta terzino e la creatività di Bruno Fernandes in mezzo al campo”.

É proprio il Verona la rivelazione di questo campionato?

“Sì, l’Hellas è una squadra solida, concreta e molto motivata. Bisogna dare i giusti meriti ai gialloblù guidati da un ottimo allenatore”.

Non trova incredibile l’exploit di Luca Toni?

“Io l’ho conosciuto così circa dieci anni fa. Adesso sta vivendo una seconda giovinezza”.

Di Natale ha dichiarato che chiuderà col calcio al termine di questa stagione. Cosa ne pensa?

“Il capitano sta vivendo un  momento di sconforto come tutti. Non trova la porta con facilità a cui siamo abituati, ma rimane un grandissimo giocatore di cui abbiamo bisogno. Sono sicuro che queste parole sono figlie dell’amarezza per la sconfitta di oggi. Proverò a fargli cambiare idea”.

[Sito Ufficiale Udinese Calcio – Fonte: www.udinese.it]